Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Generazione post-walkman. Analisi delle strategie d'uso dei lettori MP3 portatili

Oggetto della tesi é lo studio della relazione che intercorre tra utente e lettore portatile di MP3. Questo studio si situa nel filone di ricerche che studia la relazione fra utente e artefatto tecnologico. Ci interessa analizzare le dinamiche di questa relazione e il significato che il lettore MP3 assume all’interno di essa.
Il rapporto tra individui e artefatti tecnologici è reso complesso da quella che Silverstone chiama “doppia articolazione”. Gli artefatti tecnologici sono allo stesso tempo oggetti e media, e quindi da un lato rivestono un’importanza per i contenuti mediali che forniscono, e allo stesso tempo ricoprono un ruolo fondamentale nelle nostre vite come tecnologie in quanto tali. Perchè studiare le tecnologie legate alla musica? Perchè la musica registrata è onnipresente nella nostra società. É presente a volte come sottofondo, altre volte in primo piano, in tutti i luoghi pubblici e privati; occupa gli spazi del relax e quelli dedicati alle attività lavorative. Dal centro commerciale all’intimità della nostra casa, nell’automobile come nell’ascensore, negli stadi e nei pub, la musica è ovunque. E’ parte delle nostra pratiche culturali e delle nostre vite. Plasma la nostra cultura e a sua volta ne è plasmata. Nell’evoluzione delle tecnologie legate alla musica si può osservare una traiettoria di crescente privatizzazione dell’ascolto. La diffusione del lettori portatili di MP3 in questi anni è cresciuta a ritmi straordinari: secondo un’ indagine del 2006 di Gestinmpresa, realizzata per conto dell’Associazione Italiana Editori, circa il 53% dei giovani fra i 18 e i 24 anni possiede un lettore MP3 o iPod. Ed inoltre, il tempo per il consumo di musica attraverso le nuove tecnologie (4 ore) sta raggiungendo quello impiegato per usare Hi-fi e radio tradizionali (7 ore).
Per indagare il mondo dei possessori di MP3, abbiamo analizzato un campione casuale di 25 studenti universitari dell’Università “La Sapienza di Roma”, di età compresa fra i 20 e i 30 anni. Sono state effettuate delle interviste semi-strutturate utilizzando il modello dell’addomesticamento (Silverstone, Hirsch, Morley, 1992), uno strumento che aiuta il ricercatore a studiare il processo di integrazione culturale dell’artefatto tecnologico nell’universo simbolico del soggetto. Il lavoro culturale e simbolico dell’individuo si svolge in quattro fasi: appropriazione, oggettificazione, incorporazione, conversione. Queste fasi sono correlate tra di loro, in un processo in continua evoluzione.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1. Introduzione. Oggetto di questa tesi é lo studio della relazione che intercorre tra utente e lettore portatile di MP3. Questo studio si situa nel filone di ricerche che studia la relazione fra utente e artefatto tecnologico. Ci interessa analizzare le dinamiche di questa relazione e il significato che il lettore MP3 assume all’interno di essa. Contemporaneamente vorremmo porre l’attenzione sui cambiamenti del ruolo dell’utente in relazione ad ogni singola fase del ciclo di vita dell'artefatto. Il rapporto tra individui e artefatti tecnologici è reso complesso da quella che Silverstone chiama “doppia articolazione” (Silverstone 1992). Gli artefatti tecnologici sono allo stesso tempo oggetti e media, e quindi da un lato rivestono un’importanza per i contenuti mediali che forniscono, e allo stesso

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Roberta Anastasia Contatta »

Composta da 251 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1757 click dal 27/07/2006.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.