Skip to content

La riconversione dei siti industriali nella zona di Isola del Liri

Informazioni tesi

  Autore: Vincenzo Vincitore
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Cassino
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Domenico De Vincenzo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 186

Riconvertire economicamente un’intera città è un progetto complesso, difficile da realizzare e che non ha precedenti in Italia, ma è proprio ciò che si sta realizzando ad Isola del Liri, piccola cittadina in provincia di Frosinone.
Da alcuni anni, infatti, è in corso di realizzazione un imponente progetto di riconversione di Isola del Liri da antica città-fabbrica a città-Parco Fluviale e Tecnologico. Le Amministrazioni comunali che si sono susseguite negli ultimi anni, hanno intrapreso un gigantesco sforzo di recupero di tutte le strutture industriali dismesse presenti sul territorio.
In seguito alla crisi economica che ha colpito i numerosi opifici isolani nei decenni scorsi, la città si è ritrovata con un immenso patrimonio di siti industriali obsoleti e abbandonati.
La presenza di questi reperti di archeologia industriale testimonia in maniera chiara ed evidente la connotazione industriale che dai primi dell’Ottocento ha caratterizzato questo suggestivo paese della Ciociaria.
A partire dai primi anni dell’Ottocento l’economia della cittadina ha subito una radicale trasformazione: da agricola a industriale. I fattori alla base di questo cambiamento sono stati l’abbondante disponibilità d’acqua e l’utilizzazione della sua potenzialità energetica, infatti, i numerosi opifici oggi dismessi sono sorti tutti lungo il tumultuoso corso del fiume Liri e dei suoi affluenti.
Oggi, la deindustrializzazione e il susseguente processo di marginalizzazione, determinatosi a causa dei nuovi disorganici assetti territoriali, hanno determinato profonde lacerazioni nell’organizzazione economica e sociale della città e messo i pubblici amministratori di fronte alla urgente necessità di ricercare, all’alba del XXI secolo, un nuovo e moderno ruolo per una cittadina piena di storia e di laboriose tradizioni.
Il recupero di queste testimonianze del passato è apparso l’unico mezzo per garantire uno sviluppo economico futuro alla città. Proprio in questa direzione si sono orientate le scelte dei pubblici amministratori, che hanno intrapreso una sfida importante e decisiva per le sorti economiche di Isola del Liri.
La sfida consiste nel recuperare ciò che resta del passato e partendo da ciò proiettarsi nel futuro, per creare una realtà nuova dove le spoglie del passato potessero rivivere nel futuro, sulla base di una strategia urbanistica conforme alle prospettive di sviluppo della città.
E’ nato cosi il progetto “globale “ di riconversione che permetterà alla città di riappropriarsi di zone in passato emarginate e inaccessibili e di reintegrare, nell’assetto della struttura urbana, edifici e attrezzature d’importante valore storico-architettonico. Tutti questi sforzi sono orientatati nell’ottica di sviluppare i livelli occupazionali.
Il progetto denominato Isola del Liri “Centro Europeo Civiltà della Carta e delle Telecomunicazioni” è stato apprezzato anche a livello internazionale da molte organizzazioni che hanno tra i loro fini istituzionali la salvaguardia e il recupero del patrimonio culturale costituito dai siti industriali dismessi. Tra queste organizzazioni possiamo citare il DRI, il TICCIH, il Centro Internazionale Città d’Acqua e la World Development Federation.
Un aspetto rilevante del processo di riconversione in atto a Isola del Liri è che accanto ai progetti elaborati, previsti o in corso di realizzazione da parte dell’Amministrazione Comunale, numerosi sono gli esempi di recupero di siti industriali per fini non esclusivamente produttivi da parte di privati, a testimonianza del carattere veramente “globale” dell’attività di riconversione in atto. Questa sinergia tra pubblico e privato sta portando la città verso una rilevante operazione di riqualificazione urbana, finalizzata alla trasformazione di Isola del Liri in un moderno centro servizi culturali, commerciali, turistici e telematici, nell’ottica di un’integrazione europea dell’intero territorio comunale.
Per realizzare il progetto le risorse finanziarie necessarie sono notevoli, soprattutto considerando le limitate disponibilità del comune di Isola del Liri, per questo è risultata fondamentale, per iniziare e sviluppare le varie opere, la possibilità di usufruire dei finanziamenti ottenuti dall’Unione Europea a valere sui fondi dell’Obiettivo 2, che ha la finalità di riconvertire le regioni frontaliere o parte di regioni colpite gravemente da declino industriale.
Ingenti finanziamenti sono stati ottenuti anche a livello nazionale ricorrendo agli strumenti del contratto d’area e ai patti territoriali.
Ormai la sfida è lanciata, nel terzo millennio, era della globalizzazione, Isola del Liri si proietta nel futuro non dimenticando le sue origini. Vuole rappresentare una realtà del tutto nuova, una città moderna e al passo coi tempi. Si vuole costruire l’ “Isola intelligente” sulle solide e antiche tradizioni dell’Insula Filiorum Petri(1).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

Disponibile solo in CD-ROM.

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 Introduzione Riconvertire economicamente un’intera città è un progetto complesso, difficile da realizzare e che non ha precedenti in Italia, ma è proprio ciò che si sta realizzando ad Isola del Liri, piccola cittadina in provincia di Frosinone. Da alcuni anni, infatti, è in corso di realizzazione un imponente progetto di riconversione di Isola del Liri da antica città-fabbrica a città-Parco Fluviale e Tecnologico. Le Amministrazioni comunali che si sono susseguite negli ultimi anni, hanno intrapreso un gigantesco sforzo di recupero di tutte le strutture industriali dismesse presenti sul territorio. In seguito alla crisi economica che ha colpito i numerosi opifici isolani nei decenni scorsi, la città si è ritrovata con un immenso patrimonio di siti industriali obsoleti e abbandonati. La presenza di questi reperti di archeologia industriale testimonia in maniera chiara ed evidente la connotazione industriale che dai primi dell’Ottocento ha caratterizzato questo suggestivo paese della Ciociaria. Per almeno due secoli la vita cittadina è stata scandita dall’organizzazione del lavoro nelle fabbriche: intere generazioni di isolani avevano adattato il loro ritmo biologico a quello delle produzioni cartarie e tessili che davano prosperità e ricchezza al paese, tanto che l’isolano e l’operaio, nel corso di questo lungo arco

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

Disponibile solo in CD-ROM.

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

acquario di acqua dolce
archeologia industriale
boimond
ciociaria
città-fabbrica
deindustrializzazione
fabbriche antiche
isola del liri
lefevbre
liri
marketing territoriale
obiettivo 2
parco fluviale
riconversione industriale
siti industriali dismessi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi