Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'attività di finanziamento alle imprese del settore agricolo. Il caso Banca Popolare di Novara

Il lavoro di tesi ha riguardato l’analisi a livello strategico della posizione delle aziende operanti nel settore agricolo, con particolare attenzione a quelle facenti parte del settore risicolo e di quello vitivinicolo.
L’obiettivo che si è voluti raggiungere è stato quello di identificare gli aspetti caratterizzanti del rapporto con questa tipologia di imprese, i prodotti da loro utilizzati e le potenzialità di sviluppo dei rapporti e di crescita del business.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Il lavoro di tesi ha riguardato l’analisi a livello strategico della posizione delle aziende operanti nel settore agricolo, con particolare attenzione a quelle facenti parte del settore risicolo e di quello vitivinicolo. L’obiettivo che si è voluti raggiungere è stato quello di identificare gli aspetti caratterizzanti del rapporto con questa tipologia di imprese, i prodotti da loro utilizzati e le potenzialità di sviluppo dei rapporti e di crescita del business. In particolare affinché ciò fosse reso possibile, si è partiti da una prima analisi, contenuta nel Capitolo 1, su quelle che sono le forme organizzative di una banca, prima, e di una Direzione Corporate, poi. A ciò a seguito una descrizione particolareggiata di come è strutturata la Direzione Corporate della Banca Popolare di Novara, illustrando la mission di ogni Ufficio in cui questa è strutturata. Nel Capitolo 2 si è data una contestualizzazione economica all’attività svolta dalle imprese di interesse, ci si è focalizzati su una analisi della situazione macroeconomica della Regione Piemonte, con particolare attenzione al settore agricolo e soprattutto ai settori risicolo e vitivinicolo. Nel Capitolo 3 si è fatto ampio riferimento del quadro normativo vigente in materia di credito agrario, utilizzando come fonte normativa il Testo unico (T.U.) 385/93 e successivi aggiornamenti. Si è poi proceduto alla spiegazione delle caratteristiche delle varie tipologie di strumenti utilizzati per il credito agrario, quali il mutuo agrario, la cambiale agraria e le garanzie, e delle funzioni del Fondo Interbancario di Garanzia, costituito nel 1961 per operare esclusivamente per questo tipo di crediti. Il quarto ed ultimo capitolo si differenzia dagli altri in quanto meno teorico e più incentrato ad analizzare, dal punto di vista qualitativo e quantitativo, i rapporti che la

Tesi di Master

Autore: Massimo Speltri Contatta »

Composta da 167 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 866 click dal 29/08/2006.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.