Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Valutazione dell'usabilità di siti web orientati al Biomedical Signal Processing

In questo elaborato si sono prese in considerazione la classificazione e la valutazione dei siti web orientati al Biomedical Signal Processing (siti web BSP): lo studio di usabilità dei siti in questione ha permesso di ipotizzare delle linee guida per l’analisi e lo sviluppo di siti web di divulgazione scientifica.
Il primo capitolo introduce il concetto di web usability e i requisiti fondamentali che un sito deve avere per essere usabile. Il secondo capitolo è dedicato alle tecniche di valutazione della usabilità. Il terzo capitolo contiene una selezione di siti web BSP raccolti e catalogati in base alla tipologia del contenuto. Sono stati individuati siti web più orientati alla diffusione di programmi, o di segnali, o di materiale scientifico. Esiste anche una categoria che risulta essere più completa e che mette a disposizione in modo esaustivo programmi, dati e materiale e pubblicazioni contemporaneamente. Nell’ultimo capitolo vengono analizzati e commentati criticamente alcuni esempi di siti web notevoli, illustrandone in dettaglio le architetture e misurandone l’usabilità dalla parte dell’utente.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Nel campo dell’Ingegneria Biomedica, così come nel campo scientifico in generale, riveste un’importanza fondamentale la cooperazione tra gruppi di lavoro diversi per lo scambio di informazioni ed esperienze al fine di allargare le conoscenze relative a una materia, una tematica, un concetto. Con la crescita dell’utilizzo delle risorse informatiche a tutti i livelli, si è sviluppata una fitta rete informativa che consente un interscambio facile e continuo tra studiosi e ricercatori, rendendo così accessibili a tutti gli interessati tutto il frutto di ricerche singole o di gruppo. Sono nati dunque un elevato numero di siti web con argomenti tipici dell’Ingegneria Biomedica che si propongono di facilitare la cooperazioni fra gruppi di ricerca, lo scambio di dati e di software per l’elaborazioni di segnali, lo sviluppo di forum e chat per la soluzione di problemi, la disseminazione di idee e teorie. Il grado di facilità con cui l’utenza può avere accesso alle informazioni, facilità intesa come possibilità di identificare e trovare nel modo più univoco possibile i vari temi cercati, può essere definita come “usabilità”, ovvero quanto è favorevole il rapporto tra tempo e fatica spesa per identificare o trovare le informazioni necessarie. Ma quando un sito web che si propone di favorire la cooperazione fra gruppi di ricerca nell’ambito della Ingegneria Biomedica mettendo a disposizione dati, programmi e materiale bibliografico può essere considerato un “buon” sito in termini di usabilità? La domanda è complessa e le risposte sono molteplici, perché diversi sono gli aspetti da tenere in considerazione se si vuole che un sito di questo tipo riscuota successo tra i suoi fruitori. Bisogna tenere conto degli aspetti di comunicazione, degli aspetti relativi ai contenuti informativi, degli aspetti tecnici di interfaccia verso l’utente. I progettisti dovrebbero analizzare le aspettative del target, soddisfarne i bisogni informativi, fornire facilità d'accesso e navigabilità e consentire un adeguato livello di comprensione dei contenuti. La ricerca degli obiettivi comuni tra le due parti delinea la linea guida da seguire per pubblicare online un sito web con un rendimento elevato ed ottenere una corrispondente soddisfazione da parte dell’utente finale. L’architettura della pagina web non emerge quando chi naviga alla ricerca di informazioni specifiche riconosce le singole pagine come un ambiente familiare, quando la disposizione degli elementi è intuitiva e l’individuazione dei contenuti disponibili risulta facilmente deducibile. La facilità d’uso di un sito web è trasmessa dalla sensazione che l’utente finale stia eseguendo il suo compito primario (la ricerca dell’informazione) senza doversi impegnare a controllare gli strumenti con cui lo sta eseguendo. Lo sopo di questo elaborato è quello di fornire gli strumenti per la valutazone di siti web che si propongono di mettere a disposizione dati, programmi e materiale bibliografico nell’ambito dell’Ingegneria Biomedica e, più specificatamente, nell’ambito dell’elaborazione di segnali di varia

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Paola Bonizzato Contatta »

Composta da 35 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 773 click dal 29/08/2006.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.