Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Effetti della decomposizione di residui vegetali su alcune piante agrarie e sulla Fusariosi del pomodoro

Questa tesi ha lo scopo di analizzare l'effetto dei residui vegetali dal momento in cui cadono al suolo. E' stato studiato l'effetto fitotossico e micotossico dei residui vegetali durante la decomposizione. Sono stati portati avanti gli studi riguardanti l'allelopatia e stanchezza del terreno.

Mostra/Nascondi contenuto.
!Dbqjupmp!2!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Joespev{jpof! 2 1. Introduzione La messa a punto di metodi alternativi alla geodisinfestazione con prodotti chimici per la lotta alle malattie telluriche costituisce una delle priorità della ricerca in patologia vegetale e una condizione necessaria per lo sviluppo di un’agricoltura sostenibile. In tale ottica, una migliore conoscenza delle complesse condizioni ecologiche che nel suolo influenza il sistema pianta-patogeno risulta di fondamentale importanza per una corretta ed efficiente applicazione delle tecniche colturali a basso impatto ambientale (Zucconi, 2003). È stato effettuato lo studio del declino dei suoli e tra le cause più importanti di questo fenomeno è stata individuata la cosiddetta “ stanchezza del terreno”. 1.1. Stanchezza del terreno Il termine “stanchezza” del terreno è impiegato nel lessico agrario per indicare una condizione di progressiva inospitalità del suolo alla reiterazione di una singola coltura. Ne deriva un declino dello sviluppo e delle produzioni che resta limitato alla specie in oggetto, e influenza meno, o non interessa per niente, specie diverse, soprattutto se botanicamente lontane. In queste condizioni, il declino riflette un’incapacità della pianta a nutrirsi nel terreno stanco (Zucconi e Monaco, 1987). Inoltre, tale problema può associarsi alla presenza di agenti delle malattie radicali (patogeni e parassiti) senza che se ne comprenda la connessione o esistano strumenti efficaci per debellarli.

Tesi di Laurea

Facoltà: Agraria

Autore: Toni Cerbo Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1804 click dal 24/08/2006.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.