Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Valorizzazione energetica del biogas da biomasse di origine zootecnica ed agroindustriale mediante celle a combustibile: Analisi Multicriteria applicata ad un caso reale

Lo studio affrontato per lo sviluppo di questa tesi ha dimostrato come l’integrazione tra le celle a combustibile a carbonati fusi e il biogas, prodotto nel processo di digestione anaerobica dei liquami zootecnici e degli scarti agroindustriali, rappresenti una soluzione molto interessante, sia per incentivare la produzione di biogas, una fonte rinnovabile che si inserisce in modo corretto in una strategia energetica coerente, sia per stimolare l’utilizzo di una nuova e promettente tecnologia come le celle a combustibile promossa nei più recenti programmi energetici a livello mondiale.La sinergia emersa dall’uso delle celle con il biogas è risultata essere la migliore alternativa in assoluto rispetto a quelle attualmente adoperate per una valorizzazione energetica di fonti rinnovabili.Al fine di approfondire i risultati ottenuti con l’analisi tecnico-economica, è stato utilizzato un ulteriore strumento, l’analisi Multicriteria, che ha permesso di portare avanti il confronto tra le tre tecnologie, non solo sulla base dei soli criteri economici, fin qui adottati, ma anche sulla base di criteri ambientali.Si è potuto quindi concludere che l’applicazione di sistemi con celle a combustibile a carbonati fusi rappresenta un’interessante ed innovativa opportunità per gli impianti di trattamento dei liquami zootecnici e degli scarti agroindustriali, e presenta le potenzialità per aprire nuove prospettive per la valorizzazione del biogas, conferendo ad esso un maggior valore intrinseco e consentendo uno sfruttamento più razionale di questa fonte rinnovabile di energia.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 1 Introduzione L’energia rappresenta la chiave per la sopravvivenza a lungo termine della civiltà moderna. In media, ognuno dei sei miliardi di persone che vivono sulla terra utilizza due tonnellate di carbonio all’anno per fini energetici. Tuttavia, esiste un grosso divario tra i Paesi industrializzati e quelli in via di sviluppo: un europeo, ad esempio, consuma più di 6 tonnellate di carbonio, quantità 40 volte superiore rispetto a quelle consumate da un abitante del Bangladesh. Attualmente, il 90% delle fonti energetiche utilizzate sono di origine fossile ed il loro uso è associato all’emissione di anidride carbonica nell’atmosfera. In particolare, ogni anno l’atmosfera del nostro pianeta riceve più di 15 miliardi di tonnellate di CO 2 . Figura I : Dal 1990 sono stati emessi più di 300 miliardi di tonnellate di CO 2 nell’atmosfera Gli scienziati di tutto il mondo sono concordi nell’affermare che, con l’attuale valore di emissione di CO 2 e degli altri gas serra, si procureranno danni irreversibili al clima del pianeta. L’attuale sistema di approvvigionamento di energia basato sui combustibili fossili, disponibili a costi relativamente bassi, ha permesso, in poco meno di un secolo, di raggiungere un livello di sviluppo tecnologico e culturale tale da consentire all’uomo di usufruire in misura crescente di beni e servizi, d’altro canto però l’intensità e

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Fioravante Zenna Contatta »

Composta da 562 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10664 click dal 05/09/2006.

 

Consultata integralmente 53 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.