Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La giurisdizione in materia matrimoniale nel sistema del Regolamento 2201/2003

La tesi si occupa del regolamento europeo 2201/2003, analizzandone la disciplina della giurisdizione. Viene descritto l'iter che negli anni ha portato all'adozione del regolamento e ne viene descritta la prospettiva che si va delineando per l'innovazione dello strumento stesso.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il regolamento n. 2201/2003 1 chiamato anche Bruxelles II bis è il frutto di una lunga trasformazione del diritto comunitario avutasi nel tempo e che ha come punto di partenza il trattato istitutivo della Comunità Europea 2 e più precisamente l’articolo n. 220 3 (dopo il Trattato di Maastricht 4 è l’art. 293) del trattato stesso. La Convenzione di Bruxelles del 1968 5 , comprensiva delle integrazioni apportate con le successive adesioni, rappresenta l’adempimento dell’obbligo previsto dal suddetto articolo 293 del Trattato di Roma e anche lo strumento attraverso il quale si sono avuti i mezzi per creare uno spazio unitario con criteri ed effetti giurisdizionali uniformi. 1 G U n. L 338 del 23.12.2003. 2 Trattato di Roma, firmato il 25.03.1957 ed entrato in vigore in data 01.01.1958. 3 Articolo 220:”Gli Stati membri avvieranno fra loro, per quanto occorra, negoziati intesi a garantire a favore dei loro cittadini: - La tutela delle persone, come pure il godimento e la tutela dei diritti alle condizioni accordate da ciascuno Stato ai propri cittadini; - L’eliminazione della doppia imposizione fiscale all’interno della Comunità; - Il reciproco riconoscimento della società a mente dell’art. 58, comma secondo, il mantenimento della personalità giuridica in caso di trasferimento della sede da un paese ad un altro e la possibilità di fusione di società soggette a legislazioni nazionali diverse; - La semplificazione delle formalità cui sono sottoposti il reciproco riconoscimento e la reciproca esecuzione delle decisioni giudiziarie e delle sentenze arbitrali.” 4 GU n. C 191 del 29.07.1992. 5 G U n. L 299 del 31.12.1972.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Nadia Ratti Contatta »

Composta da 116 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4157 click dal 05/09/2006.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.