Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fidanzamento e Matrimonio nella Tradizione Popolare Calabrese

Questo lavoro di tesi tratta dell'iter sociale che viene tradizionalmente seguito in occasione del fidanzamento e del matrimonio secondo appunto le tradizoni locali calabresi, e in particolare nella provincia di Vibo Valentia.E' una tesi di tipo sperimentale,quindi basata sull'intevista/questionario di un campione di persone di 145 unità suddivise in 2 classi di età: giovani e anziani.L'impianto teorico su cui si sviluppa la tesi è stato suddiviso in 3 grandi aree tematiche piu quella dell'elaborazione dei dati ottenuti: corteggiamento, fidanzamento e matrimonio.
L'obiettivo è stato quello di dimostrare, attraverso il confronto tra le due classi di età, nonostante l'arco di tempo analizzato (gli ultimi 60 anni circa)che la maggior parte delle tradizioni legate a questo "rito di passaggio" sono rimaste pressocchè immutate e si sono tramandate fino ai giorni nostri.
In conclusione del lavoro di tesi ho posto un appendice di materiale fotografico gentilmente concesso da alcune coppie intervistate corredato dalla storia delle coppie stesse che stanno a dimostrare le varie tradizioni precedentemente narrate.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 PREMESSA Il mio lavoro di tesi ha per oggetto, come dice il titolo stesso, il fidanzamento e il matrimonio nella tradizione popolare calabrese. Il periodo a cui mi riferisco risale al secolo scorso, intorno agli anni ’30-’40, fino ad arrivare “ai giorni nostri”; sottolineo “ai giorni nostri”in quanto obiettivo di questo lavoro è dimostrare come il passare del tempo non ha scalfito poi cosi profondamente la tendenza dei calabresi e in particolare, dei briaticesi e vibonesi - riguardo ai quali ho condotto le mie ricerche sul campo - a non abbandonare le tradizioni locali legate a questo rito e, anzi, a riproporle fino ad oggi, quasi immutate. La zona geografica che ho scelto riveste molta importanza in quanto la ritengo un raro esempio di come le radici di un popolo restino ancorate ad un passato che si fa presente, ripetendosi senza mai stancarsi, e che caratterizza l’identità antropologica di questa parte di popolo calabrese intenta ancora oggi in attività agricole, artigiane e di pesca, fortemente colpito dall’emigrazione, e che, rispetto ad altre zone della Calabria, peraltro non lontane, è stato relativamente toccato dall’industrializzazione e dal capitalismo, come affermano anche studi demologici, tra cui quelli di Vincenzo Padula, che vede nel folklore un elemento culturale necessario per una rappresentazione realistica dello “stato delle persone”in

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Anna Maria D'Ascoli Contatta »

Composta da 114 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5298 click dal 13/09/2006.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.