Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La tutela della riservatezza

Tesi sui fondamenti costituzionali della riservatezza.
Dai profili generali dei diritti soggettivi che ruotano intorno alla tutela della riservatezza si passa alle origini della problematica, all'evoluzione del quadro normativo in Italia, con accenni alle normative straniere.
Vengono trattati poi gli aspetti soggettivi (diritto di riserbo e tutela della dignità umana) e strumentali (tutela penale in merito alle interferenze nella vita privata), si lascia spazio ad un breve accenno alla legge sulla privacy.
L'ultimo capitolo è incentrato sul principio dell'inviolabilità della libertà e della segretezza della corrispondenza, dalla norma costituzionale, alla tutela penale, arrivando ad argomentare sul delicato aspetto delle limitazioni di tale diritto, dalle indagini di polizia fino alle intercettazioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
LA TUTELA DELLA RISERVATEZZA CAPITOLO 1 1 CAPITOLO 1 LA RISERVATEZZA: PROFILI GENERALI 1.1 Essenziale protezione dalla curiosità sociale e “costellazione di diritti” Il godimento di periodi d’isolamento sia materiale che psicologico, è un’esigenza addirittura biologica dell’uomo e la necessità di spazi di libertà sottratti ad ingerenze altrui esiste da sempre 1 . Il dispiegarsi di questa esigenza risulta differente, a seconda del contesto sociale in cui gli individui si collo- cano, sia esso rurale piuttosto che urbano, o in una società economicamente ar- retrata rispetto ad un’altra società altamente industrializzata, ed alla posizione da ciascuno concretamente assunta nell’ambito della collettività 2 . Si è rilevato che, in una società urbana ed industrializzata ci sono possibilità d’anonimato e d’isolamento morale, che difficilmente si potrebbero riscontrare in una società rurale, caratterizzata da una vita prevalentemente comunitaria. Ma dall’altro lato quando si tratta di riservatezza nella società, occorre tener presente lo svi- luppo, sempre più veloce, delle forme di aggressione della sfera di riservatezza, il tutto reso possibile dalle innovazioni tecnologico-scientifiche, riguardanti il settore della comunicazione. Bisogna anche tener conto del costante ed impre- vedibile mutare degli atteggiamenti ideali, morali e culturali, che riguardano la fissazione di quei paletti che delimitano lo spazio riservato e dunque escluso e 1 A. CATAUDELLA, Riservatezza (diritto alla), I) Diritto civile, in Enc. giur., Ist. Enc. Ital., Roma 1991, p. 1. 2 G.M. SALERNO, La protezione della riservatezza e l’inviolabilità della corrispondenza, in R. Nania, P. Ridola (a cura di), I diritti costituzionali, Giappichelli, Torino, 2001, p. 426.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Polini Contatta »

Composta da 86 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4945 click dal 08/09/2006.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.