Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La fiaba come strumento di comunicazione interculturale

Un personalissimo viaggio alla ricerca dei segreti di uno dei generi letterati più amati da grandi e piccini e delle sue possibili applicazioni in campo interculturale.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 INTRODUZIONE Forse, visto l’argomento, le parole più appropriate per iniziare questo elaborato sarebbero: “C’era una volta una bambina che amava tanto le fiabe…”, ma quella bambina c’era veramente, ed ero io. Nel momento in cui mi sono trovata a pensare a quale argomento potessi trattare nella mia tesi di laurea, ho voluto riassumere vari aspetti della mia personalità: l’amore per le fiabe, strettamente collegato con la mia infanzia e con uno dei miei primi e più cari ricordi, l’attrazione per la psicologia infantile, la letteratura (tratto essenziale del mio corso di studi) e la curiosità verso tutto ciò che è lontano e che si discosta dalla nostra società occidentale. Ho quindi deciso di iniziare un mio personale viaggio nel mondo magico ed affascinante delle fiabe, cercando però di collegarmi con un presente in continuo mutamento, sotto ogni punto di vista. Un viaggio che sarà articolato in quattro diversi capitoli, ciascuno dei quali può essere visto come una piccola isola, magari proprio come un’”Isola che non c’è”, per rimanere in tema. Nella prima tappa del viaggio, LA NARRAZIONE, mi sono soffermata sull’importanza che questa attività ricopre nella nostra vita quotidiana. Purtroppo, la nostra società moderna, contraddistinta da tempi sempre più frenetici, sta perdendo l’abitudine al racconto, molto presente fino a pochi decenni fa. È facile ritrovare nei ricordi dei nonni lunghe serate trascorse in un fienile, ascoltando le storie fantastiche narrate dagli anziani della comunità. Oggi questo ruolo, modificato in alcuni suoi fondamentali aspetti, può essere ritrovato nei grandi mezzi comunicativi di massa, soprattutto nella televisione. Nel capitolo cercherò di analizzare alcuni degli avvenimenti storici che, secondo l’opinione di alcuni studiosi, hanno portato a questi cambiamenti. La seconda Isola, LA FIABA, ospiterà la grande protagonista di questo elaborato, questo particolare genere letterario, così amato da ogni fascia d’età. Partendo da una definizione e un’analisi della struttura fiabesca, sarà poi possibile tornare indietro nel tempo, alla ricerca delle origini dei racconti fantastici, scorrendo le

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Maura Sancini Contatta »

Composta da 177 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 33713 click dal 12/09/2006.

 

Consultata integralmente 102 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.