Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La salute e gli immigrati

argomento centrale della tesi è l'assistenza sanitaria e sociale riconosciuta L’argomento è stato trattato seguendo una logica che, partendo da un excursus normativo dei primi provvedimenti sanitari e sociali, giunge a delineare i tratti distintivi della tutela socio-sanitaria garantita dall’ordinamento della Repubblica ai nuovi con-cittadini.
Il riferimento normativo, che ha costituito, il punto di partenza dell’analisi, è il D.lgs. 25 luglio 1998, n. 286 “Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulle condizioni dello straniero”, al quale è stato affiancato un’analisi di tutti i provvedimenti che hanno interessato il sistema sanitario nazionale e sociale.
ai cittadini extracomunitari dal nostro ordinamento giuridico.
La riesamina del sistema sanitario e socio-assistenziale e la messa in luce dei limiti del sistema, è stata condotta attraverso un’analisi del riconoscimento del diritto alla Salute degli stranieri extracomunitari.
il lavoro ha riguardato dapprima l'evoluzione giurisprudenziale del diritto alla salute, al quale ha fatto seguito un'analisi della tutela dei diritti sociali nei riguardi dei cittadini extracomunitari.
nel terzo e nel quarto capitolo si è passati ad una analisi specifica dell'assistenza sanitaria e sociale.
il lavoro è stato integrato da un analisi trasversale delle tre riforme introdotte nel sistema sanitario nazionale.
a completare il quadro è nel quinto capitolo si è passati ad una analisi del sistema regionale. il processo di riforma e le implicazioni in termini di diritto alla Salute, sono stati trattati in tre sezioni:
1- la prima riforma ha riguardato la trattazione della modifica del titolo V della costituzione;
2- la seconda ha interessato l'analisi del provvedimento n. 56/2000 che ha introdotto il principio di federalismo fiscale;
3- studio del disegno di legge di devoluzione.
infine l'aspetto pratico ha riguardato l'ultimo capitolo dove sono state riportate le esperienze e le innovazioni di alcune asl di regioni a più alta densità di immigrazione

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione. Nell’ultimo ventennio l’Italia, come già da tempo è accaduto ad altri Paesi europei a sviluppo avanzato, è entrata a pieno titolo a far parte delle mete privilegiate dai flussi di immigrazione extracomunitaria. In seguito ai sempre più ingenti fenomeni di circolazione di beni e prodotti, materie prime e merci, la globalizzazione del mercato ha comportato, infatti, lo spostamento di un numero crescente di persone verso i Paesi detentori del trend economico e produttivo, tra cui rientra l’Italia. Il nostro Paese deve fare i conti, di conseguenza, con nuove problematiche, e cercare nuove strade, dal punto di vista politico, economico, sociale e culturale per fronteggiare gli importanti cambiamenti che lo pervadono e che pongono non pochi interrogativi. In effetti, anche se la presenza straniera in Italia rimane percentualmente tra le più basse in Europa, il fenomeno pone una serie di problemi concreti e spesso suscita allarmismi, generalizzazioni stereotipiche e intolleranza. In questo scenario, la questione del riconoscimento dei diritti fondamentali, e più specificatamente del diritto alla Salute degli immigrati extracomunitari, sia legali che illegali, ha rappresentato e rappresenta ancora oggi il discriminante in grado di assicurare la realizzazione del principio di eguaglianza di trattamento dello straniero nella società ospitante. La garanzia di un diritto alla tutela della Salute ai cittadini extracomunitari, così come inteso nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, approvata nel 1948 a New York dall’Assemblea

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Alessandra Tocci Contatta »

Composta da 379 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8505 click dal 11/09/2006.

 

Consultata integralmente 28 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.