Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il modulo CO di SAP

Il nuovo scenario competitivo, la forte automazione dei processi produttivi ed amministrativi, la sempre maggiore complessità del processo decisionale rendono le informazioni una risorsa indispensabile per le imprese, al pari del capitale e del lavoro.
In questo quadro il sistema delle informazioni deve diventare un sistema aperto in cui siano possibili tante diverse elaborazioni quante sono quelle ritenute necessarie dai responsabili aziendali, ma in uno schema di coerenza ed omogeneità. I sistemi ERP possiedono, nella loro intrinseca struttura, gli elementi necessari per rispondere a queste diverse esigenze: la visibilità nel continuo della gestione attraverso il monitoraggio dei processi aziendali, l’elaborazione di un reporting a scadenze definite sia per l’interno sia per l’esterno dell’azienda. Tali applicazioni rappresentano un’importante novità rispetto ai sistemi tradizionali perché si basano su un approccio "globale" all’azienda, nel senso che, a differenza dei precedenti Sistemi Informativi, non si occupano solo di una particolare area o di un particolare processo aziendale (ad esempio: sistemi solo per la contabilità o sistemi solo per la produzione), ma abbracciano l’intera gamma delle funzioni e dei processi aziendali e gestiscono tutto ciò secondo una logica unitaria, fortemente integrata. Questo particolare approccio permette così ad un’azienda moderna di gestire nel modo migliore le proprie risorse e le proprie aree di business, specie quelle considerate più "critiche".
Per tali ovvi motivi i sistemi ERP si sono diffusi sempre più nelle imprese moderne. Sap R/3 è quello maggiormente conosciuto a livello mondiale.
Oltre ad esaminare nei dettagli tale Sistema Informativo, in una visione che vuole essere la più ampia e globale possibile su che cosa esso sia, spiegando a che cosa serve e quali esigenze soddisfa in seno ad un’azienda, ci si sofferma in particolare modo sul contributo apportato da SAP R/3 nel campo del Controlling.
Nel capitolo I parleremo dell’informazione, considerata un fattore critico di successo per l’imprese, e dei sistemi informativi orientati alla gestione dell’informazione e al supporto decisionale. In maniera più approfondita verranno analizzati i sistemi ERP rappresentanti l’ultimo stadio di un processo di sviluppo che ha interessato i pacchetti software. Tale processo è caratterizzato dallo spostamento del focus da un approccio per funzioni a uno per processi: si assiste allo sviluppo di soluzioni sempre più mirate alla gestione di un numero maggiore di aree di attività. L’organizzazione per processi fa sì che l’applicazione agisca in modo trasversale rispetto alle singole funzioni e che le automatizzi in modo integrato.
Nel II capitolo l’attenzione è tutta rivolta al processo direzionale, ovvero l’insieme di attività svolte dalla direzione per guidare l’impresa verso il raggiungimento degli obiettivi decisi in sede di elaborazione dei piani e dei programmi, nei quali trova definizione nel tempo la sua finalità istituzionale: produrre correnti di reddito, valutate come soddisfacenti nel medio e lungo andare. Processo divenuto sempre più importante, difficile ed impegnativo, a seguito delle sfide che il dinamismo del mercato e dell’ambiente muovono all’impresa. In tale situazione i sistemi di monitoraggio devono avvalersi necessariamente di determinazioni analitiche di costi e di risultati economici consuntivi, di costi e risultati analitici previsti, quali sono richiesti dalle decisioni finalizzate all’elaborazione dei programmi ed alla definizione degli obiettivi da raggiungere (costi standard e budget), nonché di determinazione degli scostamenti (differenze tra dati effettivi e dati posti come obiettivo) e di analisi degli stessi.
Nel III capitolo vengono evidenziate le caratteristiche di SAP R/3: grazie alla sua infrastruttura aperta, potente e flessibile, in grado di garantire il massimo supporto alle attività operative e strategiche di un’organizzazione aiuta le imprese ad ottimizzare la velocità di risposta ai cambiamenti del mercato, gestendo i processi interni ed esterni, controllando e diffondendo tutte le informazioni. Sap R/3 aiuta le organizzazioni a crescere e ad affermarsi sul mercato. Inoltre ci si sofferma su un modulo particolare di esso, il modulo CO che supporta l’attività di controllo di Gestione aziendale.
Al fine di comprendere l’importanza di tale modulo e il contributo che l’utilizzo di questo strumento apporta nelle scelte strategiche aziendali, nel IV capitolo, infine, viene analizzato il caso Amcor Italia s.r.l. Questa impresa avendo acquistato SAP R/3 e avendolo implementato con successo, seguita tuttora ad utilizzarlo quale strumento fortemente innovativo per la propria gestione e allo stesso tempo indispensabile per integrare in un unico database tutti i dati necessari per il coordinamento e la condivisione delle informazioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 Introduzione Il nuovo scenario competitivo, la forte automazione dei processi produttivi ed amministrativi, la sempre maggiore complessità del processo decisionale rendono le informazioni una risorsa indispensabile per le imprese, al pari del capitale e del lavoro. L’informazione è divenuta così un presupposto essenziale e non rinunciabile per la corretta attività di gestione dell’impresa che dovrebbe coinvolgere, in un’ottica integrata, tutti gli aspetti rilevanti interni ed esterni ad essa. In questo quadro il sistema delle informazioni deve diventare un sistema aperto in cui siano possibili tante diverse elaborazioni quante sono quelle ritenute necessarie dai responsabili aziendali, ma in uno schema di coerenza ed omogeneità. I sistemi ERP possiedono, nella loro intrinseca struttura, gli elementi necessari per rispondere a queste diverse esigenze: la visibilità nel continuo della gestione attraverso il monitoraggio dei processi aziendali, l’elaborazione di un reporting a scadenze definite sia per l’interno sia per l’esterno dell’azienda. Tali applicazioni rappresentano un’importante novità rispetto ai sistemi tradizionali perché si basano su un approccio "globale" all’azienda, nel senso che, a differenza dei precedenti Sistemi Informativi, non si occupano solo di una particolare area o di un particolare processo aziendale (ad esempio: sistemi solo per la contabilità o sistemi solo per la produzione), ma abbracciano l’intera gamma delle funzioni e dei processi aziendali e gestiscono tutto ciò secondo una logica unitaria, fortemente integrata. Questo particolare approccio permette così ad un’azienda moderna di gestire nel modo migliore le proprie risorse e le proprie aree di business, specie quelle considerate più "critiche". Per tali ovvi motivi i sistemi ERP si sono diffusi sempre più nelle imprese moderne. Sap R/3 è quello maggiormente conosciuto a livello mondiale. Oltre ad esaminare nei dettagli tale Sistema Informativo, in una visione che vuole essere la più ampia e globale possibile su che cosa esso sia, spiegando a che cosa serve e quali esigenze soddisfa in seno ad un’azienda, ci si sofferma in particolare modo sul contributo apportato da SAP R/3 nel campo del Controlling. Nel capitolo I parleremo dell’informazione, considerata un fattore critico di successo per l’imprese, e dei sistemi informativi orientati alla gestione dell’informazione e al supporto decisionale. In maniera più approfondita verranno analizzati i sistemi ERP rappresentanti l’ultimo stadio di un processo di sviluppo che ha interessato i pacchetti software. Tale processo è caratterizzato dallo spostamento del focus da un approccio per funzioni a uno per processi: si assiste allo sviluppo di

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Carmela Staiano Contatta »

Composta da 306 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13692 click dal 18/09/2006.

 

Consultata integralmente 39 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.