Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lingua dei reality, lingua reale? L'italiano parlato nei reality show.

Ho analizzato 24 ore di tramissioni (Grande Fratello e L'Isola dei Famosi) dal punto di vista sociolinguistico.

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa Questa ricerca nasce dal mio interesse per la televisione e per i cambiamenti che sono intervenuti in questo medium negli ultimissimi anni. Con l’avvento dei cosiddetti reality show, infatti, abbiamo assistito a importanti modifiche del linguaggio televisivo: esistono programmi che sono fatti da non professionisti, che non fanno altro per intrattenere lo spettatore che vivere la propria vita in un ambiente artificiale costantemente ripreso dalle telecamere. Questo deve apportare necessariamente dei cambiamenti nel linguaggio, che sarà meno controllato, più spontaneo, ancora più ‘orale’. Sarà anche interessante notare se il linguaggio cambia in diafasia, ossia se durante i collegamenti con lo studio è più controllato rispetto a quello usato durante le riprese informali, e se all’interno della stessa situazione il linguaggio del conduttore e quelli dei concorrenti differiscono tra loro, e in che misura. Questa ricerca analizzerà dunque alcuni stralci di reality show o, più semplicemente, reality, dal punto di vista sociolinguistico, per analizzare le differenze tra le varietà di lingua, determinate in base alle due dimensioni della diafasia e della diastratia. 6

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Marzia Ghirlanda Contatta »

Composta da 181 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4530 click dal 20/09/2006.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.