Skip to content

L'Eros di Narciso. L'autoritratto contemporaneo tra pittura e filosofia.

Informazioni tesi

  Autore: Elena Visconti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Mauro Carbone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 315

All'origine dell'autoritratto non v'é Narciso bensì Dioniso, col suo tremendo specchio!

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Quando nacque Narciso, figlio del dio-fiume Cefiso e della ninfa Liriope, sua madre domandò all’indovino Tiresia quale destino lo attendesse; Tiresia le rispose che Narciso sarebbe vissuto fino al giorno in cui non si fosse conosciuto. La risposta era enigmatica e al momento non la si comprese. 1 Il mito e la fine di Narciso sono attualmente ben noti. L’origine dell’autoritratto è da sempre stata fatta risalire al mito di Narciso, figura ricca di seduzione soprattutto per il senso di proibizione e ammonimento, più che di sapere, di cui carica il motto di Delfi: ma quale è il destino verso cui muove chiunque decida di guardarsi allo specchio? Del resto, dipingere se stessi altro non è che abbracciare la superficie di uno specchio: è allo specchio che Narciso vede il suo doppio; è allo specchio che Narciso vede il suo doppio scorrere via; è nello specchio che Narciso annega. Così il mitico fanciullo consegnò lo specchio alla modernità: come fosse un’invisibile parete di vetro la cui unica esperienza possibile fosse quella di andarci a sbattere contro. Lo specchio ha da sempre voluto dire dell’eterno conflitto dell’uomo con le ombre della propria identità e dell’immensa frustrazione della condizione umana isolata nell’incomunicabilità non contagiante di un labirinto di specchi, come al luna park. 2 Ma nella vicenda di Narciso molto di più si racchiude che la tragica fine della fonte: è piuttosto un’esperienza di acquisto e perdita. E di perdita e acquisto. Narciso acquista la visione del proprio volto respingendo l’intero cosmo retrostante, le ninfe, Eco, qualsiasi abbraccio e qualsiasi effusione amorosa. Narciso conquista se stesso perdendo drammaticamente il Tu dell’Altro. Narciso resta privo dell’Altro. Con Narciso ha avuto inizio il cammino di isolamento che condurrà l’umanità intera alla medesima fonte fatale, non premio ma piuttosto trappola per occhi che hanno deciso di chiudersi al 1 In proposito cfr. Ovidio, Metamorphoses, III, tr. it. di. P. Bernardini Marzolla, Metamorfosi, Einaudi, Torino 1979, 1994². 2 In proposito cfr. B. Goldberg, The Mirror and Man, University of Virginia, New York 1985, tr. it. di N. Polo, L’uomo e lo specchio, Marsilio,Venezia 1989. In particolare cfr. B. Goldberg, "Lo specchio soggettivo", capitolo compreso in ibidem, pp. 259-270. Il testo di B. Goldberg si occupa di analizzare le molteplici funzioni assunte dallo specchio nella storia, i plurimi significati di cui si caricò attraverso le antiche civiltà, ricostruendone la vicenda dal Medioevo europeo fino ai giorni nostri, con riferimenti tanto alla vita quotidiana quanto all’arte e alla letteratura. La profonda suggestione e il senso di mistero che lo specchio ha ispirati in tutti i popoli e le loro culture è alla base dei miti, delle superstizioni, dei racconti e delle pratiche religiose di cui tratterà anche J. Baltrušaitis. In proposito cfr. J. Baltrušaitis, Le miroir: révélations, science-fiction et fallacies, Seuil, Paris 1979, tr. it. di C. Pizzorusso, Lo specchio: rivelazioni, inganni e science-fiction, Adelphi, Milano 1981.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

autoritratto
cristo
dioniso
eros
narciso
thanatos

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi