Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lavorare come psicologo nelle organizzazioni non governative

Questo lavoro di studio e d'indagine rappresenta il mio personale desiderio di lavorare all'estero in qualità di Psicologa, nell'ambito di lavoro internazionale delle Organizzazioni Non Governative o ONG. Attraverso un'analisi della storia contemporanea dai primi accordi di cooperazione internazionale, ho descritto gli ambiti di lavoro entro cui un neo laureato in psicologia potrebbe trovar modo di lavorare seppur in termini essenzialmente volontari, almeno agli inizi. Spero che quanto ho ricercato vi possa essere di qualche aiuto. Buona consultazione!

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Negli ultimi anni in ogni paese del mondo occidentale s’è assistito al risveglio di una particolare sensibilità verso le difficili problematiche economiche e sociali che colpiscono i popoli meno abbienti in rapporto ai paesi sempre più industrializzati e potenti, di cui l’Italia fa tuttora parte. Scopo di questo scritto è comprendere il ruolo ed il significato delle organizzazioni non governative nell’attuale panorama assai mutevole e complesso del mondo sociale del lavoro. L’ambizione mal celata è di dimostrare l’utilità e la forza di una preparazione in materia di Scienze Psicologiche nella pratica di lavoro, sul campo, nell’operatività di un gruppo di professionisti di diversa competenza e nazionalità che comunque riescano a collaborare per aiutare la popolazione di un paese in crisi, magari ancora in guerra e con diversi problemi che colpiscono direttamente la salute e lo stato mentale dei suoi abitanti. L’operato di associazioni non lucrative o non profit importanti, quali Emergency, emerge vivido e lampante dai diari e dalle descrizioni che ne fa Gino Strada, socio fondatore e chirurgo di guerra tuttora all’opera in varie parti del mondo. Parlando di Organizzazioni Non Governative – in sigla Ong – il pensiero corre a loro, ai Gino Strada del mondo che dietro tanti gruppi diversi e tanti acronimi istituzionali, s’impegnano e lottano per portare aiuto laddove è richiesto, per dovere morale e civico, umanitario, nonostante le vittime di guerra ormai non facciano più notizia, specialmente se si tratta di guerre in paesi senza più petrolio. Non è nel personale interesse di chi scrive fare inutile polemica sulla situazione politica o economica d’alcun paese ma trattando

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Denise Staffoli Contatta »

Composta da 103 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2831 click dal 09/10/2006.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.