Skip to content

''Ci sono anch'io''. (Spett)attori nei concerti di Claudio Baglioni.

Informazioni tesi

Comunicazione Musicale per la Discografia e i Media
  Autore: Claudia Benetello
  Tipo: Tesi di Master
Master in
Anno: 2003
Docente/Relatore: Gianni Sibilla
Istituito da: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 46

"Non è un circo, non è un musical. Ma un happening dove si incontreranno danza, arti figurative e coreografie particolari in uno spazio scenico dilatato, che ci permetterà ogni volta di fare dei cambiamenti" (Perugini, 5 giugno 2003).
Con queste parole Claudio Baglioni anticipa i suoi concerti negli stadi dell'estate 2003. Il termine "concerto" è riduttivo, vista la grandiosità della produzione. Trentatré orchestrali, 120 x 18 metri di palcoscenico, una setlist di trenta canzoni per tre ore e mezza di concerto.
A queste cifre, già di per sé notevoli, se ne aggiunge un'altra molto significativa: 300 figuranti semiprofessionisti per ogni data. I performers sono stati selezionati attraverso delle audizioni chiamate "Ci sono anch'io", condotte dal regista Pepi Morgia e dal coreografo Luca Tommassini.
Sociologicamente si tratta di una piccola rivoluzione. La tradizionale barriera tra artista e pubblico, che contraddistingue la performance, viene superata: la gente comune diventa artista, e l'artista gente comune. Lo spettacolo diventa un ibrido a metà tra concerto, parata e festa di piazza, in cui anche l'audience riveste un ruolo importante. Inoltre, i provini organizzati per scegliere i figuranti si pongono come evento mediatico, e sono dunque un efficace strumento di promozione dei concerti. Proprio in quest'ottica sono stati concepiti: un'iniziativa che suscitasse l'interesse della stampa per andare indirettamente a promuovere i concerti.
Questi sono i temi sui quali mi concentrerò nel corso del presente lavoro. Il primo capitolo, d'impianto teorico, indaga il concetto di performance, la sua storia e la sua valenza rispetto alla musica registrata. Il secondo capitolo contestualizza l'artista e le tappe fondamentali della storia delle sue performance, con particolare riferimento al rapporto con il pubblico. Infine, il terzo capitolo è interamente dedicato al case study "Ci sono anch'io". In primo luogo si considera la realizzazione pratica delle audizioni, per riflettere su come essa risponda all'intenzione di creare un evento di rilevanza mediatica. Particolare attenzione è rivolta al piano promozionale adottato dall'agenzia Friends & Partners (che ha curato i concerti di Baglioni) a sostegno di "Ci sono anch'io" e dei concerti dell'artista. Infine si analizza come l'introduzione di artisti non professionisti nello spettacolo, diversi per ogni data e scelti mediante provini, permetta al concerto di uscire dalla ritualità che lo contraddistingue, in termini di interazione tra artista, performers e pubblico.
L'insistenza sugli aspetti promozionali mi deriva dallo stage formativo previsto dal Master in Comunicazione Musicale per la Discografia e i Media, svolto proprio presso l'ufficio promozione dell'agenzia di Ferdinando Salzano, nella quale attualmente lavoro. Un doveroso ringraziamento a tutto lo staff della Friends & Partners, alla Goigest di Dalia Gaberscik (ufficio stampa di Claudio Baglioni) e a Guido Tognetti (Art Director di Bag). Desidero infine esprimere la mia gratitudine verso Francesco D'Amato, per i suoi preziosissimi consigli, e Simona Gemelli, per gli interessanti spunti che il suo studio su Baglioni mi ha fornito.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE "Non è un circo, non è un musical. Ma un happening dove si incontreranno danza, arti figurative e coreografie particolari in uno spazio scenico dilatato, che ci permetterà ogni volta di fare dei cambiamenti" (Perugini, 5 giugno 2003). Con queste parole Claudio Baglioni anticipa i suoi concerti negli stadi dell'estate 2003. Il termine "concerto" è riduttivo, vista la grandiosità della produzione. Trentatré orchestrali, 120 x 18 metri di palcoscenico, una setlist di trenta canzoni per tre ore e mezza di concerto. A queste cifre, già di per sé notevoli, se ne aggiunge un'altra molto significativa: 300 figuranti semiprofessionisti per ogni data. I performers sono stati selezionati attraverso delle audizioni chiamate "Ci sono anch'io", condotte dal regista Pepi Morgia e dal coreografo Luca Tommassini. Sociologicamente si tratta di una piccola rivoluzione. La tradizionale barriera tra artista e pubblico, che contraddistingue la performance, viene superata: la gente comune diventa artista, e l'artista gente comune. Lo spettacolo diventa un ibrido a metà tra concerto, parata e festa di piazza, in cui anche l'audience riveste un ruolo importante. Inoltre, i provini organizzati per scegliere i figuranti si pongono come evento mediatico, e sono dunque un efficace strumento di promozione dei concerti. Proprio in

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi