Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi di bilancio delle Sgr: 8 società nel 2003-2004

La tesi svolta tratta le Società di Gestione delle risparmio, intermediari finanziari introdotti nel nostro paese nel 1998 con il testo unico in materia d’intermediazione finanziaria e creditizia.
Essa si articola in 3 parti:
La prima parte descrive la Sgr nella sua struttura ponendo attenzione alle attività da loro svolte e al ruolo che essa detiene nel mercato del risparmio gestito.
La seconda parte si occupa del bilancio delle Sgr disciplinato dal decreto legislativo n 87 del 22 gennaio 1992 nonché dal provvedimento 31 luglio 1992 della Banca d’Italia con il quale sono state predisposte le istruzioni per la redazione degli schemi e regole di compilazione dei bilanci degli enti finanziari.
La terza parte concerne l’analisi della redditività del bilancio, relativo all’esercizio 2003-2004, delle 8 migliori Sgr sul mercato della gestione patrimoniale. Quest'ultima parte si articola in 2 fasi:
1)calcolo di alcuni indicatori di redditività delle singole SGR prese in esame (MOL/Patrimonio gestito, percentuale di retrocessione etc..)
2)calcolo dell’importanza della SGR all’interno del gruppo di cui ne fa parte ( se ne fa parte) grazie ad alcuni indicatori che definiscono l'incidenza del gruppo e la produttività degli sportelli.


Mostra/Nascondi contenuto.
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI SIENA 2 PREFAZIONE Il d.lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998, ossia il Testo Unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria, introduce nel nostro paese un’inedita figura di intermediario finanziario specializzata nell’attività di gestione del risparmio quale è la Società di Gestione del Risparmio. Le Sgr si occupano di più del 73% delle gestioni patrimoniali italiane 1 e rappresentano per questo i principali attori sulla scena del risparmio gestito; attori in continua evoluzione grazie alle incessanti variazioni della normativa che disciplina l’intermediazione finanziaria. Questa tesi ha lo scopo di descrivere i caratteri principali della normativa riguardante le Sgr e di analizzare la redditività dei bilanci 2003-2004 di 8 di esse attraverso il calcolo di alcuni indicatori significativi. La tesi può, in sintesi, suddividersi in 3 parti: La prima parte descrive la Sgr nella sua struttura ponendo attenzione alle attività da loro svolte, sui requisiti giuridici che deve possedere per poter essere riconosciuta tale e soprattutto evidenzia il ruolo che essa detiene nel mercato del risparmio gestito. Le Sgr, nello svolgimento delle proprie attività, possono assumere il ruolo di promotore (si occupano della promozione istituzione e organizzazione di fondi comuni d’investimento e amministrazione dei rapporti con i partecipanti) e gestore (si occupano della gestione di OICR di propria o altrui istituzione). Esse sono autorizzate a svolgere attività di servizio di gestione collettiva (gestione dei FCI), servizio di gestione individuale del risparmio mediante gestioni patrimoniali mobiliari (il patrimonio è investito principalmente in strumenti finanziari)e gestione patrimoniali in fondi (dove il patrimonio è investito principalmente in quote di OICR), gestione di fondi pensione (ossia strumenti che consentono di costruire una rendita pensionistica integrativa alla previdenza obbligatoria statale), attività connesse e strumentali volte a promuovere e sviluppare l’attività principale oppure attività a carattere principale rispetto alla principale. Per poter operare le Sgr devono soddisfare determinati requisiti riguardanti la forma societaria (adottata la forma di spa), al capitale sociale (deve essere interamente versato e di ammontare non inferiore ad 1 milione di euro), alla struttura della società e alle qualità dei soggetti amministratori e dei soggetti partecipanti in grado di garantire una sana e prudente gestione. 1 Fonte Assogestioni Mappa del risparmio gestito 2006

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze economiche e bancarie di Siena

Autore: Stefania Lubrano Contatta »

Composta da 53 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3864 click dal 17/10/2006.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.