Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Esempi di trattamento comportamentale dell'ansia da separazione nel cane

Il legame tra il cane e l'uomo ha subito una notevole evoluzione nel tempo e il ruolo del cane nella società odierna presenta nuovi e molteplici aspetti di crescente interesse.
Ci si riferisce in particolare allo studio della natura e delle motivazioni di base del rapporto cane-uomo e alla funzione del cane di ''animale da compagnia'' per eccellenza.
Nel quadro dei diversi aspetti inerenti la gestione dell'allevamento canino , si colloca inoltre la problematica dei disturbi comportamentali del cane, in considerazione anche del legame stretto e complesso tra animale e proprietario, che può instaurarsi in ambiente cittadino.
La presenza di patologie comportamentali od ''etoanomalie'' e/o di disordini psicosomatici, non derivanti da cause organiche, si pone sempre più spesso in evidenza nella specie canina, parallelamente, l'Etologia ha fornito il maggior contributo scientifico al riguardo in campo diagnostico e terapeutico.
Nel seguente lavoro sono stati presi in esame gli aspetti principali di tale problematica, ed in particolare la classificazione dei più frequenti disturbi comportamentali, la loro eziologia in rapporto a socializzazione e periodi di sviluppo del cucciolo, esperienze precoci, apprendimento e condizionamenti ambientali, le metodologie terapeutiche con riferimento al trattamento comportamentale.
Nell'ambito delle patologie comportamentali del cane vengono descritti i più frequenti problemi legati all'ansia da separazione.
Si sono poi considerati alcuni casi di cani con disturbi comportamentali di ansia da separazione e la possibilità di trattamento attraverso l'impiego di tecniche di modificazione comportamentale, agendo sulle componenti ambientali e sul proprietario.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 1. PREMESSA Il legame tra il cane e l’uomo ha subito una notevole evoluzione nel tempo e il ruolo del cane nella societ odierna presenta nuovi e molteplici aspetti di crescente interesse. Ci si riferisce in particolare allo studio della natura e delle motivazioni di base del rapporto cane-uomo e alla funzione del cane di "animale da compagnia" per eccellenza. Nel quadro dei diversi aspetti inerenti la gestione dell’allevamento canino , si colloca inoltre la problematica dei disturbi comportamentali del cane, in considerazione anche del legame stretto e complesso tra animale e proprietario, che pu instaurarsi in ambiente cittadino. La presenza di patologie comportamentali od "etoanomalie" e/o di disordini psicosomatici, non derivanti da cause organiche, si pone sempre piø spesso in evidenza nella specie canina, parallelamente, l’Etologia ha fornito il maggior contributo scientifico al riguardo in campo diagnostico e terapeutico. Nel seguente lavoro sono stati presi in esame gli aspetti principali di tale problematica, ed in particolare la classificazione dei piø frequenti disturbi comportamentali, la loro eziologia in rapporto a socializzazione e periodi di sviluppo del cucciolo, esperienze precoci, apprendimento e condizionamenti ambientali, le metodologie terapeutiche con riferimento al trattamento comportamentale. Nell’ambito delle patologie comportamentali del cane vengono descritti i piø frequenti problemi legati all’ansia da separazione. Si sono poi considerati alcuni casi di cani con disturbi comportamentali di ansia da separazione e la possibilit di trattamento attraverso l’impiego di tecniche di modificazione comportamentale, agendo sulle componenti ambientali e sul proprietario.

Tesi di Laurea

Facoltà: Medicina Veterinaria

Autore: Anna Isabella Rolando Contatta »

Composta da 126 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9789 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.