Skip to content

L’evoluzione della normativa tecnica in ambito europeo: la marcatura CE degli aggregati per uso stradale e ferroviario.

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Noto
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Civile
  Relatore: Gaetano Di Mino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 165

La Direttiva 89/106/CEE ha costituito il punto di partenza per la marcatura CE dei prodotti da costruzione, con l’obiettivo di abbattere, per essi, le barriere economiche e tecniche in seno alla Comunità Europea. Tra i prodotti suddetti, ampio spazio è riservato agli aggregati ed ai filler ottenuti dalla lavorazione di materiali naturali, industriali o riciclati.
La presente tesi riguarda in particolare la certificazione di prodotto degli aggregati utilizzati nella realizzazione delle sovrastrutture stradali e ferroviarie.
La certificazione degli aggregati ha estrema importanza nel settore delle costruzioni, non soltanto per la codifica di norme armonizzate che sostituiscono le attuali disposizioni normative locali, con differenze spesso più formali che sostanziali, ma anche e soprattutto in relazione all’effetto di sensibilizzazione dei produttori al problema, con il coinvolgimento degli stessi in questioni tradizionalmente considerate prerogativa dei tecnici del settore.
In tal senso, la marcatura può favorire il dialogo tra i tecnici ed i produttori, che si avviano ad assumere consapevolezza delle caratteristiche geometriche, fisiche e chimiche dei propri prodotti.
Inoltre, la fruizione esclusiva delle norme preesistenti da parte dei tecnici ha finora favorito un sistema di controlli in cantiere, che nel tempo sarà sostituito dal controllo continuo del prodotto in impianto, con piena assunzione di responsabilità da parte del produttore riguardo alle caratteristiche dei materiali commercializzati.
Altro aspetto fondamentale è, senza dubbio, quello legato ai vantaggi dell’univocità delle designazioni prescritte dalle norme europee, derivanti dal processo di marcatura, che si contrappone alla molteplicità delle definizioni commerciali esistenti, generalmente influenzate da consuetudini locali, piuttosto che dalla rispondenza a precise classificazioni.
Inoltre, l’obbligo della marcatura CE degli aggregati induce le figure professionali coinvolte a porre maggiore attenzione nella scelta di tali materiali, a partire dalla fase di progettazione dell’opera fino alla realizzazione della stessa; ciò presuppone una conoscenza approfondita delle codifiche previste dalle norme europee al fine di una valutazione più consapevole delle caratteristiche dichiarate dai produttori. In tal senso si vuole sottolineare l’aspetto divulgativo del presente lavoro, che investe diversi ambiti professionali, soprattutto in considerazione della diffusa disinformazione riscontrata nel corso di una indagine condotta nel territorio siciliano.
La tesi è articolata con una parte introduttiva riguardante la certificazione dei prodotti da costruzione, con particolare riferimento agli aggregati, e si concretizza nella marcatura CE degli inerti per sovrastrutture stradali e ferroviarie, illustrando, attraverso una estesa indagine sperimentale, i metodi di prova definiti dalle norme europee, a confronto con le analoghe procedure previste dalla normativa italiana preesistente.
La verifica sperimentale è stata condotta su aggregati siciliani provenienti da tre diverse province.
È stato infine simulato un vero e proprio processo di qualificazione, testando e riclassificando i materiali a partire dalle tradizionali denominazioni commerciali e giungendo alla marcatura CE di alcuni dei prodotti esaminati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 1 INTRODUZIONE La Direttiva 89/106/CEE ha costituito il punto di partenza per la marcatura CE dei prodotti da costruzione, con l’obiettivo di abbattere, per essi, le barriere economiche e tecniche in seno alla Comunità Europea. Tra i prodotti suddetti, ampio spazio è riservato agli aggregati ed ai filler ottenuti dalla lavorazione di materiali naturali, industriali o riciclati. La presente tesi riguarda in particolare la certificazione di prodotto degli aggregati utilizzati nella realizzazione delle sovrastrutture stradali e ferroviarie. La certificazione degli aggregati ha estrema importanza nel settore delle costruzioni, non soltanto per la codifica di norme armonizzate che sostituiscono le attuali disposizioni normative locali, con differenze spesso più formali che sostanziali, ma anche e soprattutto in relazione all’effetto di sensibilizzazione dei produttori al problema, con il coinvolgimento degli stessi in questioni tradizionalmente considerate prerogativa dei tecnici del settore. In tal senso, la marcatura può favorire il dialogo tra i tecnici ed i produttori, che si avviano ad assumere consapevolezza delle caratteristiche geometriche, fisiche e chimiche dei propri prodotti. Inoltre, la fruizione esclusiva delle norme preesistenti da parte dei tecnici ha finora favorito un sistema di controlli in

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

1 giugno 2004
89/106/cee
aggragati
analisi granulometrica
cava
ce
certificazione
controllo della produzione
direttiva
filler
graniglia
indagine sperimentale
inerte
los angeles
marcatura
norme di riferimento
pietrisco
prodotti da costruzione
sabbia
uni en 12620

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi