Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La multiproprietà

L'elaborato inquadra la multiproprietà sin dalle origini e la sua diffusione
nel primo capitolo si mette in evidenza se la multiproprietà è un diritto reale o relativo, e se puo derogare il principio del numero chiuso dei diritti imposto dal nostro ordinamento. nei successivi capitoli viene analizzata la direttiva comunitaria n.47 del 94 soprattutto facendo riferimento alla tutela del consumatore nelle varie fasi del contratto( preliminare, contratto definitivo la trascrizione. il recesso) e dell'obbiettivo della direttiva, cioe quello di plasmare la disciplina della multiproprietà nei vari paesi dell' unuone euripea, il recepimento della direttiva in Italia si è avuta con il decreto 427 del 98 con i relativi problemi sul ritardo del recepimento dell' ordinamento italiano, facendo riferimento a i contratti stipulati tra la data dell'emanazione della direttiva e il recepimento del decreto.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione INTRODUZIONE La multiproprietà è nata intorno agli anni sessanta ed aveva come scopo principale l’acquisto delle seconde case per le vacanze. Proprio in tale periodo storico che era caratterizzato da un benessere economico, il bene vacanza abbandona la connotazione di bene di lusso per divenire un bene di consumo accessibile a gran parte della popolazione. Questa situazione ha segnato l’inizio di quel fenomeno denominato “turismo di massa” di fronte al quale, da un lato le strutture turistico alberghiere risultavano inadeguate, e dall’altro neppure il settore immobiliare era capace di fronteggiare queste nuove esigenze di mercato. In tale contesto storico-economico ha trovato ampia diffusione l’acquisto di immobili in multiproprietà. La multiproprietà ha offerto un’alternativa sia all’acquisto tradizionale, che necessariamente comporta la mobilizzazione di una cospicua somma di denaro, non sempre giustificata dato l’utilizzo limitato a brevi periodi di villeggiatura. Frazionando l’anno solare in più periodi e alienando i diritti relativi ai diversi interessati la multiproprietà ha pertanto realizzato l’obbiettivo di consentire, mediante una compressione dei costi di acquisto e degli oneri di gestione, ottenuta ripartendo i costi tra un numero elevato di persone, l’accesso ad un alloggio attrezzato per le vacanze. 1

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Alessandro Maisto Contatta »

Composta da 38 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2165 click dal 18/10/2006.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.