Skip to content

Azouz Begag et le phénomène des banlieues

Informazioni tesi

  Autore: Anna Garbari
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Lingue straniere per la comunicazione internazionale
  Corso: Lingue straniere per la comunicazione internazionale
  Relatore: Luciano Stecca
  Lingua: Francese
  Num. pagine: 121

Depuis une vingtaine d'années, en mentionnant les banlieues on ne se réfère pas à une simple agglomeration périurbaine; parler des banlieues signifie désigner le point fragile de la société, celui qui risque de rompre l'équilibre social du pays. C'est pour cette raison qu'on a voulu analyser ce phénomène, pour mieux comprendre quels sont les facteurs qui déterminent l'état de dégradation urbaine et sociale des fameuses banlieues françaises et de l'insidieux processus de ghettoisation, ethnicisation et criminalisation qui est déjà bien engagé. Le parcours que nous avons suivi nous a été suggéré par l'activité d'Azouz Begag, une activité multiple d'écrivain- il est auteur du fameux "Le Gone du Chaaba", de sociologue et de ministre. Dans la deuxième partie on a reconstruit les récents événements concernant les banlieues et on a réorganisé d'une façon systématique les mesures prises par le gouvernement. Enfin on a cherché à faire un bilan de la situation actuelle de la France et surtout on a tenté de répondre aux questions principales: le phénomène des banlieues, est-il vraiment un problème lié à l'immigration?Comment pourra la France s'en sortir de cette crise sociale?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduction Depuis une vingtaine d’années, en mentionnant les banlieues on ne se réfère pas à une simple agglomération périurbaine ; parler des banlieues signifie désigner le point fragile de la société, celui qui risque de rompre l’équilibre social du pays. On se répétait sans cesse que les banlieues étaient prêtes à exploser et en effet, le 27 Octobre 2005 elles ont explosé : deux garçons ont été électrocutés dans une centrale EDF à Clichy-sous-Bois alors qu’ils cherchaient à se cacher pour échapper à la police, d’où une longue suite d’épisodes de violence pendant deux semaines : une centaine de voitures ont été caillassés ou brûlées, plusieurs incendies et grenades lacrymogènes ont endommagé mosquées, bus et bibliothèques. Puisque les auteurs de ces actes ont été toujours des jeunes immigrés, il n’est pas clair s’il s’agit d’un problème d’immigration, d’un problème d’ordre social, ou encore d’un problème d’ordre religieux vu que ces zones ont été aussi appelées « les banlieues de l’Islam ». Ce dont on ne peut pas douter est qu’on assiste à « une forme inédite de contre-société aux règles difficiles à identifier (qui) dresserait les populations étrangères contre notre pays». 1 C’est un monde étrange qui parle son propre langage qu’on ne comprend presque jamais, un lieu de relégation, symbole de l’exclusion. Le 27 octobre 2005, dans cette centrale EDF, l’équilibre social du pays s’est inévitablement rompu et la France a été obligée de se mettre à nu et faire face à la crise profonde qui, avec les banlieues, avait frappé le pays tout entier : les 1 Henry Rey, La Peur des banlieues, Presse de Sciences Po, la Bibliothèque du citoyen, Paris,1996.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi