Skip to content

Le agenzie di viaggio

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Aracri
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2004-05
  Università: Istituto Universitario Navale di Napoli
  Facoltà: Economia
  Corso: Management delle imprese turistiche
  Relatore: Francesco D'innella
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 49

La definizione di agenzia di viaggio è andata col tempo modificandosi in base all’evolvere della normativa che la regolamentava.
La legge quadro sul turismo del 1983 correlò l’attività delle adv alla Convenzione Internazionale sui Contratti di Viaggio, detta anche Convenzione di Bruxelles, per porre fine ai dubbi sulla natura giuridica dell’attività delle adv: tutte le loro funzioni tipiche erano state ricondotte al contratto di viaggio, di intermediazione e di organizzazione di viaggio.
Il D. legislativo n. 392 del 1991, invece, disgiunse la definizione di agenzia di viaggio dal regime della Convenzione di Bruxelles, innovandola attraverso la differenziazione dell’attività di vendita da quella di intermediazione.
In tempi più recenti, con il D. legislativo n. 111 del 1995 i contorni del quadro normativo furono definitivamente alterati e non più fondati sulla Convenzione di Bruxelles, quindi si possono distinguere:
1)
 agenzie di viaggio che producono, organizzano e vendono direttamente ai turisti dei pacchetti turistici creati da loro;
 agenzie di viaggio che producono pacchetti turistici venduti a clienti di altre agenzie di viaggio;
 agenzie di viaggio che vendono pacchetti turistici prodotti da altre agenzie di viaggio.
2)
 agenzie di viaggio che svolgono attività di intermediazione tra consumatori e fornitori per la vendita di servizi isolati ( in tal modo l’intermediario vede limitato il suo raggio d’azione alla sola vendita di sevizi separati).
Alla definizione “nazionale”, si aggiungono le definizioni emanate con leggi regionali, le quali la arricchiscono introducendo le cosiddette attività accessorie o aggiuntive, come la prenotazione di biglietti ferroviari o marittimi, oppure la prenotazione alberghiera, l’accoglienza dei clienti nei porti, aeroporti e ferrovie ecc. ecc.
Purtroppo le Regioni si sono adeguate con notevoli difficoltà e non sono riuscite a raggiungere un risultato omogeneo: alcune hanno riconsiderato le attività delle agenzie di viaggi e turismo abbandonando i dettami della Convenzione di Bruxelles;
altre invece hanno mantenuto l’impostazione data dalla Convenzione di Bruxelles, anche se le loro leggi contengono gli elementi di tutela del consumatore previsti del D. Lgs. n. 111/95; altre ancora sono rimaste legate alla Convenzione di Bruxelles, ma non contengono gli elementi di tutela del consumatore;
infine vi sono Regioni che non hanno ancora aggiornato le proprie leggi.
Si rileva infine che le due leggi quadro sul turismo (217/83 e 135/2001) non sono state in grado di creare un sistema agenziale italiano dei viaggi armonioso, valido e garantista secondo i principi della normativa europea.
Come già detto la bipartizione di fondo tra le agenzie, in tour operator che si occupano dell’organizzazione del viaggio e in travel agent che si limitano ad essere degli intermediari di viaggi è stata introdotta dalla Convenzione di Bruxelles.
In tal modo sono state create due diverse figure contrattuali: il contratto di organizzazione e il contratto di intermediazione
Il contratto di organizzazione di viaggio è un contratto nel quale “una persona si impegna a suo nome a procurare a un'altra, per mezzo di un prezzo globale, un insieme di prestazioni comprendenti il trasporto, il soggiorno separato dal trasporto o qualunque altro servizio che ad essi si riferisca”; in altre parole si impegna nell’organizzare un pacchetto turistico completo.
Per tale tipologia di contratto, erano nati dei problemi per l’individuazione della sua corretta natura giuridica, perché era stato dapprima interpretato come contratto di trasporto, poi come contratto di mandato.
Ma già da diverso tempo sia dottrina che giurisprudenza sono concordi nel ritenere che il contratto di organizzazione presenti forti analogie con il contratto di appalto di servizi.
In effetti l’organizzatore non fa altro che (come l’ appaltatore) organizzare con mezzi propri e a proprio rischio un contratto di viaggio, assumendone l’obbligo della prestazione del servizio.
Il tour operator stipula tali contratti avendo come contraente una agenzia di viaggio dettagliante oppure vendendo direttamente il pacchetto al cliente
Con il contratto d’intermediazione “una persona si impegna a procurare all’altra, per mezzo di un prezzo, sia un contratto di organizzazione di viaggio, sia uno dei servizi separati che permettono di effettuare un viaggio o un soggiorno qualsiasi”.
In tal caso il travel agent è solo un intermediario e non il produttore del pacchetto.
Il contratto di intermediazione ha molte analogie con il contratto di mandato perché l’intermediario si obbliga (come il mandatario) a compiere uno o più atti giuridici per conto dell’altra parte contrattuale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 I. LA LEGISLAZIONE TURISTICA Coerentemente con l’analisi socio-economica, il turismo essendo connesso con le altre molteplici attività umane, dà vita ad una serie di rapporti che incidono sia sulla vita dei singoli cittadini che su quella della collettività. Proprio per questo non può essere trascurato dal Diritto 1 . In effetti, il turismo deve avere una regolamentazione adeguata nel tutelare gli interessi individuali e collettivi, nonché coesa con le scelte di politica turistica più idonee. La “Legislazione Turistica” è costituita da tutte quelle norme, pubbliche, private, comunitarie, internazionali, nazionali e regionali che disciplinino il turismo nel suo sviluppo e, soprattutto, nelle relazioni tra i vari operatori del mercato. In Italia la Legislazione Turistica, presenta delle peculiarità, essendo condizionata : ƒ dalle modifiche dell’ordinamento giuridico (dovute essenzialmente alle trasformazioni costituzionali – la riforma del titolo V – e alla legislazione europea ); ƒ dalla corrispondenza tra aspetti pubblicistici e privatistici, in quanto le norme pubbliche poste a salvaguardia degli interessi collettivi realizzano un condizionamento dei rapporti giuridici che intervengono tra i privati. 1 Franca Indovino Fabris, Legislazione Turistica, Padova, 2004, pagg. 9-16

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

agenzia
contratto di organizzazione di viaggio
convenzione di bruxelles
d. legislativo n. 392 del 1991
direttore tecnico
legge quadro sul turismo del 1983
pacchetti turistici
tour operator
travel agent
viaggio

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi