Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La misurazione della soddisfazione del personale nelle organizzazioni

Questo lavoro di tesi ha come argomento la misurazione della soddisfazione del personale nelle organizzazioni. In particolare si focalizza l’attenzione sull’analisi di clima organizzativo, utile strumento d’indagine per capire come le risorse umane percepiscono il luogo di lavoro.
Nella tesi è presente una parte teorica in cui si contestualizza l’analisi di clima nel più ampio processo di cambiamento dell’impresa, che sta avvenendo negli ultimi anni, e si approfondisce anche lo sviluppo storico che ha portato alla realizzazione di un tale strumento. Si avanzerà anche una proposta operativa volta a ricostruire le possibili dimensioni di malessere e di benessere da inserire in un questionario.
Si trova, anche, una parte pratica dedicata allo studio di casi di analisi di clima in particolare nella Pubblica Amministrazione italiana e nell’impresa privata. Ai responsabili delle diverse indagini di clima sono state fatte delle interviste che sono riportate nella tesi.

Mostra/Nascondi contenuto.
La misurazione della soddisfazione del personale nelle organizzazioni Introduzione 9 1. INTRODUZIONE SOMMARIO: 1.1. Area, obiettivi e proceeding structure di questa tesi. “Yet most organizations must change, and change profoundly, if they’re to stay alive” 1 .Il successo e la sopravvivenza di interi sistemi economici, dipendono dalla capacità delle imprese di attuare i cambiamenti necessari per far fronte, possibilmente anticipandola, all’evoluzione del contesto competitivo. Lunghi periodi di calma inframmezzati da periodi più brevi di attività frenetica che hanno caratterizzato il secolo XX non avrebbe più corrisposto più alla realtà. Nel nuovo millennio che si presenta discontinuo e ricco di cambiamenti rapidi e difficilmente prevedibili le organizzazioni devono attivare nuovi, efficaci e rapidi sistemi di feed-back per ricevere flussi di informazioni sulla soddisfazione dei clienti sui risultati, sui concorrenti, sui fornitori e gli sviluppi tecnologici 2 . Il cambiamento organizzativo quindi condiziona l’evoluzione di un numero crescente di imprese e distrugge la maggior parte dei paradigmi organizzativi validi fino a pochi anni fa. Ma rappresenta un’occasione di crescita, spesso l’unica, da cui trarre i massimi vantaggi. Si potrebbe quasi pensare che l’approssimarsi del terzo millennio abbia contribuito a moltiplicare e nello stesso tempo ad accelerare le trasformazioni che investono la società umana. Il processo di cambiamento che veramente trasforma un’organizzazione, sia essa una public company o una piccola impresa, è difficile quanto essenziale; richiede che le persone cambino cose a loro care: abitudini quotidiane, fedeltà, modo di pensare. Come contropartita per questi sacrifici, non viene offerto loro nient’altro che la possibilità di un futuro migliore 3 . Siamo entrati in quella che potremmo definire l’era del cambiamento. La realtà in cui viviamo tutti i giorni muta velocemente, costringendoci ad un adeguamento pressoché continuo delle nostre abitudini più consolidate. 1 Hirschorn, L., Campaigning for change, Harvard Business Review, Boston, July 2002, pag.98. 2 Kotter, J.P. Guidare il cambiamento. Rinnovamento e leadership, Etas, Milano, 1998. 3 Heifetz, R.A., Linsky, M., A survival guide for leaders, Harvard Business Review, Boston, 2002.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Valeria Rizzo Contatta »

Composta da 179 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11131 click dal 25/10/2006.

 

Consultata integralmente 39 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.