Skip to content

Un'indagine sull'applicazione di soluzioni tecnologiche RFId-based nei punti vendita della GDO e sulla valutazione del concetto di prodotto ''intelligente''

Informazioni tesi

  Autore: Tomaso Federici
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Statistiche
  Corso: Scienze Statistiche ed Economiche
  Relatore: Sergio Brasini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 271

L’analisi si propone un duplice obiettivo: in primis descrivere come l’impiego della tecnologia RFId all’interno di un punto vendita della grande distribuzione organizzata (GDO) possa mutare l’esperienza di acquisto di un consumatore, e successivamente affrontare l’analisi dell’interazione tra consumatore finale e prodotti dotati di “etichette elettroniche” (tags RFId o smart tags). In quest’ultima fase, dopo aver individuato le principali caratteristiche dei cosiddetti prodotti “intelligenti”, si cercherà di valutare come tali attributi debbano essere opportunamente modulati in ragione delle diverse necessità e preferenze espresse dai consumatori stessi.
Prima che un impiego pervasivo della tecnologia RFId lungo tutta la Supply Chain determini (anche) un profondo cambiamento dell’ambiente di vendita dei distributori al dettaglio, innescando un’evoluzione delle modalità di comportamento dei consumatori, in particolare riferita al processo che governa la realizzazione delle scelte d’acquisto, è necessario che tramite l’applicazione delle etichette elettroniche si realizzi un’innovazione dei prodotti. E’ presumibile che tale innovazione discenda dall’impatto che la tecnologia RFId avrà sia sulla gestione dell’intero ciclo di vita del singolo bene sia sull’estensione dell’insieme delle sue funzionalità. Nell’ambito dell’analisi statistico-quantitativa che completa la ricerca, è stato adottato un modello di segmentazione flessibile con l’obiettivo di comprendere come le innovative caratteristiche di un generico prodotto “intelligente” (“RFId-intelligence”, conseguente alla presenza fisica del tag sul prodotto stesso) debbano essere opportunamente modulate in ragione delle preferenze, e quindi delle diverse necessità, espresse dai consumatori stessi.
Per avvalorare alcuni dei risultati emersi ha avuto un ruolo estremamente interessante l’osservazione dei primi prodotti dotati di tag RFId (tra cui prototipi o anche solo concepts), alcuni dei quali già presenti sul mercato. Supposto che nel corso dei prossimi anni la tecnologia RFId possa incidere prima sugli “oggetti” delle scelte di consumo e solo in un secondo momento sullo stesso “processo di scelta”, la comprensione di come le aziende debbano produrre beni dotati di etichette elettroniche e l’analisi delle loro innovative potenzialità, diviene il presupposto teorico all’identificazione di un ideale trade-off tecnologico che tra non molto potrebbe profondamente caratterizzare i punti vendita della GDO e rivoluzionare il modo di far acquisti dei consumatori.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE L’analisi si propone un duplice obiettivo: in primis descrivere come l’impiego della tecnologia RFId all’interno di un punto vendita della grande distribuzione organizzata (GDO) possa mutare l’esperienza di acquisto di un consumatore, e successivamente affrontare l’analisi dell’interazione tra consumatore finale e prodotti dotati di “etichette elettroniche” (tags RFId o smart tags). In quest’ultima fase, dopo aver individuato le principali caratteristiche dei cosiddetti prodotti “intelligenti”, si cercherà di valutare come tali attributi debbano essere opportunamente modulati in ragione delle diverse necessità e preferenze espresse dai consumatori stessi. Nel primo capitolo sono descritti i principali componenti della tecnologia RFId, acronimo di Radio Frequency Identification, ovvero identificazione tramite Radio Frequenza (RF). In generale, tali elementi costituiscono una “piattaforma tecnologica” estremamente flessibile, che presenta significative specificità in corrispondenza delle diverse finalità di utilizzo e dei particolari contesti d’impiego. Inoltre, l’iter che ne ha caratterizzato lo sviluppo nell’ultimo decennio ha fatto sì che l’RFId non si affermasse come una tecnologia a sé stante, bensì che divenisse il perno dell’integrazione di diverse tecnologie (mobile&wireless, ovvero rete cellulare e sistemi di comunicazione “senza fili”, sensoristica distribuita e tecniche d’identificazione automatica), convergenti in sinergiche soluzioni applicative capaci d’elevarne le potenzialità tecnologiche ed estenderne le opportunità innovative d’impiego. Descritta la struttura dell’archetipo tecnologico alla base delle cosiddette “etichette elettroniche”, ne è stato delineato un breve excursus dei diversi ambiti applicativi, distinguibili in base al differente grado di maturità nell’adozione; si osservano, infatti, ambiti caratterizzati dalla presenza di varie applicazioni di tale tecnologia già in fase esecutiva, a differenza di altri in cui emergono limitate sperimentazioni tecniche od isolati studi di fattibilità. Inoltre, l’analisi di alcuni significativi cases history ha consentito di porre in evidenza sia le problematiche strutturali che rallentano il processo di “diffusione della conoscenza” di soluzioni RFId-based e del

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

catena del valore
cluster analysis
comunicazione informazioni
conjoint analysis
etichette intelligenti
innovazione
innovazione di processo
innovazione di prodotto
onde radio
prodotto intelligente
punti vendita della gdo
radio frequency identification
rfid
segmentazione
sperimentazione
supply chain
sviluppo di nuovi prodotti
tag
tecnologia rfid
tracciabilità-rintracciabilità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi