Skip to content

La metropoli nel cinema americano

Informazioni tesi

  Autore: Laura Tricoli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Sergio Brancato
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 176

L’attenzione di questo lavoro è volta a cogliere le affinità di percorso che legano due fenomeni peculiari dell’era contemporanea: da un lato, l’evoluzione del concetto e dell’immagine della metropoli intesa come non-luogo della contemporaneità,con i suoi spazi ripetuti e dilatati; dall’altro, la nascita ed il parallelo sviluppo dello strumento cinematografico come supremo mezzo di rappresentazione della contemporaneità stessa e, di conseguenza, della civiltà metropolitana del XX secolo.
Tra gli anni venti e trenta il dibattito sull'urbanizzazione americana, avviato fin dalla fine del secolo, ha acquistato particolare rilievo e intensità. La metropoli è divenuta oggetto di studio privilegiato, suscitando interesse oltre che nella letteratura del periodo anche nell'immaginario popolare che i nascenti mass media contribuivano a formare. Il cinema ha rivolto la propria attenzione verso lo spazio urbano metropolitano e, attraverso i suoi diversi generi, ha finito per restituirne un'immagine in cui lo spettatore, al contempo oggetto e soggetto di rappresentazione, mette in scena i propri desideri e li vede allo stesso tempo riflessi nel grande specchio dello schermo.
Il percorso che intendo affrontare vuole mettere a fuoco le diverse e stratificate immagini della grande città che emergono dall'itinerario nella rappresentazione della metropoli nel cinema, all’ interno del sistema dei media della società post-industriale. Cinema come agente sociale, con le sue strategie di produzione e di consumo; non solo come fonte per comprendere l'epoca in cui è stato realizzato, ma anche come testimone e insieme motore di storia. E’ mia intenzione approfondire la figura della metropoli nel cinema americano attraverso l’analisi di film come Metropolis, Blade Runner e Matrix, per la prefigurazione della città futura; La città nuda, Giungla d’asfalto e Collateral, per l’idea di decadenza e di mistero; C’era una volta in America, Il Padrino e La venticinquesima ora, per l’incubo delle tragiche storie di vita metropolitana; Batman, Spiderman e Sin city, per la rappresentazione del conflitto e della sopraffazione; facendo emergere l'idea del non-luogo quale denominatore comune nel cinema cantore della modernità.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione La metropoli dello spettacolo «La città è ridondante: si ripete perché qualcosa arrivi a fissarsi nella mente. La memoria è ridondante: ripete i segni perché la città cominci ad esistere» 1 Il 19 settembre 1798, a Campo Marte, viene inaugurata la prima Esposizione Universale, strutturata in modo da formare un rettangolo, composto da cinquantotto portici di legno, disegnati come una scenografia cinematografica in cui tradizione e artificio si fondono in un’unica grande allegoria. Non è un caso che l’origine della moderna industria culturale abbia luogo nella Parigi, capitale del XVII secolo, “città del consumo” e “mercato dell’industria del lusso” 2 . La capitale francese funziona come un ‘prototipo’, capace di manifestare in forma almeno embrionale i caratteri essenziali della moderna cultura di massa, che si sarebbero affermati appieno nel corso del Novecento. Le grandi esposizioni, luoghi di pellegrinaggio al feticcio merce 3 , racchiudono in sé, celato sotto forma di intrattenimento delle masse popolari, il “dominio permanente del capitale” 4 . Nella modernità il luogo di scambio 1 Cit. Calvino, 1972 2 Cfr. Cacciari, 1973 p.36 3 Benjamin, 1962 p. 145 4 Benjamin, 1962, p. 147

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

abitare
alberto abruzzese
augé
blade runner
cinema
città
fantascienza
industria culturale
lang
metropoli
metropolis
noir
non luogo
sergio brancato

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi