Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le origini dell'instabilità economica tra la prima guerra mondiale e la grande depressione: Stati Uniti e Gran Bretagna a confronto

Lo scopo di questo lavoro è analizzare la genesi e lo sviluppo storico dell’instabilità nell’economia mondiale tra il 1919 ed il 1933, con particolare riferimento allo slittamento della leadership internazionale dalla Gran Bretagna verso gli Stati Uniti.

Mostra/Nascondi contenuto.
Le origini dell'instabilità economica tra la prima guerra mondiale e la grande depressione: Stati Uniti e Gran Bretagna a confronto Introduzione Lo scopo di questo lavoro è analizzare la genesi e lo sviluppo storico dell’instabilità nell’economia mondiale tra il 1919 ed il 1933, con particolare riferimento allo slittamento della leadership internazionale dalla Gran Bretagna verso gli Stati Uniti. L’intervallo di tempo compreso tra le due guerre è qualificabile come un periodo di crisi ed instabilità permanente. Le istituzioni economiche, politiche e sociali che sorressero gli stati nazionali e l’economia mondiale nell’800 raggiunsero una soglia di obsolescenza radicale: divennero incapaci di regolare le nuove dinamiche innescate dai mutamenti tecnologici, dai conflitti sociali e dall’ampliarsi della complessità dei sistemi che esse dovevano gestire. Alcuni aspetti di questa fenomenologia non sono nuovi, l’analisi storica ci mostra che le strutture politico-economiche sono soggette nel corso del tempo a ricorrenti fenomeni di crisi e di transizione. Queste fasi critiche sono caratterizzate dalle progressive difficoltà operative degli apparati di regolazione esistenti nel periodo precedente, dall’emergere di nuove forme di organizzazione qualitativamente differenti e spesso dal rimodellamento spaziale dei rapporti di forza. Complessivamente si utilizzerà un approccio ad alta densità di teoria economica; in particolare negli anni ’30, dopo la grande depressione, il crescente interventismo pubblico produrrà una evidente retroazione tra teoria e storia economica. La periodizzazione adottata in questo studio si basa sull’identificazione di discontinuità storiche fondamentali: la fine della prima guerra mondiale e la rivoluzione russa, la crisi del ’29, l’inizio del secondo conflitto mondiale. Una ulteriore suddivisione verrà effettuata basandosi sulla 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Raffaele Mauro Contatta »

Composta da 45 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2329 click dal 13/11/2006.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.