Skip to content

La crisi umanitaria in Darfur. Una panoramica sullo stato della risposta umanitaria internazionale e sulla efficacia dei suoi meccanismi di attuazione.

Informazioni tesi

  Autore: Irene Grandini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università per stranieri di Perugia
  Facoltà: Lingua e Cultura Italiana
  Corso: Comunicazione Internazionale
  Relatore: Roberto Giuffrida
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 209

La parola Darfur, oltre ad indicare la regione più occidentale del Sudan, è diventata negli ultimi anni sinonimo di catastrofe umanitaria. In questa zona del mondo infatti da più di tre anni è in corso una crisi umanitaria di dimensioni sconcertanti: secondo le ultime stime dell'ONU le persone colpite sarebbero più di 3 milioni, 2 milioni gli sfollati e più di 180.000 i morti.Quale è stata, fino ad ora, la storia della risposta internazionale al Darfur? Una storia di inattività e negazione, come nel caso del Rwanda, o ci sono state, questa volta, azioni decisive? La comunità internazionale si è dimostrata inerme, come temuto da Annan, o al contrario, se ne è occupata? E, se se ne è occupata, lo ha fatto in modo in modo efficace?
Attraverso questo lavoro si è cercato di trovare delle risposte a queste domande, utilizzando il Darfur come case study per tracciare un quadro generale di quello che è l'attuale stato della risposta umanitaria internazionale in caso di gravi emergenze umanitarie.
Nella prima parte della trattazione si è cercato innanzi tutto di contestualizzare i fatti, descrivendo la regione presa in esame, tracciandone un quadro storico-sociale generale e cercando di chiarire la cause profonde che hanno portato nel 2003 allo scoppio della rivolta. Dopo-dichè si è passati ad analizzare a fondo il conflitto stesso, descrivendone la natura giuridica, i principali soggetti coinvolti e scandendone le varie tappe.
La seconda parte è dedicato alla caratterizzazione legale dei fatti svoltisi in Darfur. Per fare ciò sono state innanzitutto esposte le norme di diritto internazionale umanitario e di diritto internazionale dei diritti dell?uomo ( o, più semplicemente, diritti dell?uomo) di fronte alle quali questi fatti dovrebbero essere giudicati, e gli obblighi internazionali a cui le parti in conflitto sono vincolate. Dopo questa rapida panoramica generale sono stati esposti nel dettaglio i reati commessi dalle parti e le conseguenti violazioni del diritto internazionale.
I successivi due capitoli si concentrano invece sulla risposta della comunità internazione.
Nel quarto sono state esposte le modalità con cui due importanti protagoniste della scena internazionale l'ONU e l'Unione Africana hanno affrontato la nascita e gli sviluppi degli scontri generatisi in Darfur e la crisi umanitaria che ne è conseguita; nel quinto sono stati esaminati gli elementi che hanno caratterizzato la risposta internazio-nale alla crisi, sottolineando soprattutto gli aspetti problematici e cercando di valutarne l'effettiva efficacia. Sono state analizzate quindi, in un primo momento, i tempi e le modalità di risposta in termini pura-mente umanitari, e in un secondo momento la dimensione politica della questione.
Nell?ultima parte del lavoro, richiamando i fallimenti della comuni-tà internazionale nell'ultimo decennio in tema di intervento umanitario ed esponendo il principio di responsabilità di proteggere si è tentato di rispondere alla domanda se sia il caso o meno di intraprendere in Darfur azioni più decisive e, in caso di risposta positiva, quali dovreb-bero essere i criteri da seguire per far sì che tale intervento sia davvero un intervento umanitario.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE La parola Darfur, oltre ad indicare la regione più occidentale del Sudan, è diventata negli ultimi anni sinonimo di “catastrofe umanita- ria”. In questa zona del mondo infatti da più di tre anni è in corso una crisi umanitaria di dimensioni sconcertanti: secondo le ultime stime dell’ONU le persone colpite sarebbero più di 3 milioni, 2 milioni gli sfollati e più di 180.000 i morti. La crisi scoppiò nel febbraio del 2003, quando due gruppi ribelli ( il Justice and Equality Movement e il Sudan Liberation Move- ment/Army) attaccarono alcune postazioni governative, reclamando per la regione e per la sua gente la fine dello stato di emarginazione politica, sociale ed economica portato avanti dal Governo centrale. Lo Stato rispose agli attacchi scatenando una massiccia controffen- siva, con l’aiuto dell’apparato di sicurezza statale ma soprattutto di fe- roci milizie arabe armate: i Janjaweed. Da quel momento lo stato di crisi non ha concesso più alcuna tregua alla popolazione civile, divenuta obiettivo principale degli attacchi governativi. Il Governo del Sudan e la milizia da esso supportata (i Janjaweed), così come i ribelli, si sono resi responsabili di numerose violazioni dei 5

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

crisi umanitaria
darfur
diritti umani
diritto internazionale umanitario
onu
responsibility to protect
risposta umanitaria
unione africana

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi