Skip to content

Sviluppo di uno ietogramma di progetto basato sull'analisi trivariata di osservazioni pluviografiche

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Bracci
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio
  Relatore: Lucio Ubertini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 174

L'argomento affrontato in questo lavoro è lo sviluppo di uno ietogramma di progetto le cui caratteristiche principali, precisamente altezza critica (h), volume di precipitazione totale (V) e intensità massima o picco (P), siano desunti dall'analisi statistica trivariata degli eventi di pioggia osservati. Dopo aver discusso in maniera critica i più diffusi ietogrammi di progetto, proposti finora in letteratura, viene introdotta la statistica multivariata e la funzione copula che verrà utilizzata in una particolare procedura di trattamento delle osservazioni pluviografiche al fine di ottenere una stima congiunta delle tre caratteristiche Volume, Altezza critica e Picco di eventi di pioggia statisticamente indipendenti. Queste grandezze così ottenute saranno utilizzate come input per un particolare modello di ietogramma definito trivariato. Per valutare la bontà del modello sono state eseguite simulazioni numeriche e una serie di trasformazioni afflussi/deflussi tarate.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 1 INTRODUZIONE La crescente urbanizzazione a scapito dei territori rurali, tipica dei paesi evoluti, e lo sviluppo urbano conseguente incide sulla formazione di piene e sull’insufficienza dei sistemi di fognature di centri urbani. La scomparsa della vegetazione e del suolo, l’appiattimento della superficie terrestre e la costruzione di reti di drenaggio aumentano il deflusso dovuto alle precipitazioni sia riguardo alla portata di picco risultate, sia riguardo al volume totale (Konrad 2003). Ciò aumenta la frequenza di fenomeni che producono disagi e danni a cose e persone, specialmente in ambito urbano. Poiché il dato pluviometrico è probabilmente l’informazione più diffusa sulla quale basare il dimensionamento e la verifica degli interventi, assume sempre maggiore importanza la corretta valutazione delle caratteristiche degli eventi meteorici. La distribuzione cronologica della pioggia è definita ietogramma. Uno ietogramma può essere puntuale, i.e. riferito ad un singolo punto del bacino, ovvero riferito ad una certa area. Un profilo di pioggia può inoltre essere osservato o sintetico, cioè ottenuto formulazioni analitiche basate sulla sintesi di informazioni storiche. Nel tempo sono stati sviluppati vari ietogrammi seguendo approcci e metodologie diverse. L’analisi dei più noti ietogrammi di progetto finora proposti in letteratura ha messo in luce alcuni limiti di tale strumento progettuale, tra cui, ad esempio, l’incapacità di fornire un volume totale della precipitazione e un picco che abbiano lo stesso tempo di ritorno, i.e. che siano dotati dello stesso grado di rarità. Perciò quando si voglia stimare oltre alla massima portata dovuta alle piogge anche il volume corrispondente si incorre frequentemente nella sottostima o sovrastima del valore di tali grandezza (Arnell 1982). L’argomento affrontato in questo lavoro è lo sviluppo di uno ietogramma di progetto le cui caratteristiche principali, precisamente altezza critica (h), altezza di precipitazione totale (V) e intensità massima o di picco (P), siano desunti dall’analisi statistica trivariata degli eventi di pioggia osservati. Attualmente, all’esigenza di stimare oltre al picco di un evento anche il volume corrispondente è possibile rispondere tramite un’analisi statistica multivariata e più precisamente attraverso l’impiego di distribuzioni di probabilità multi-dimensionali. L’applicazione di tali leggi di ripartizione, finora limitata da varie difficoltà analitiche a modelli bivariati, i.e. riferiti a due sole variabili aleatorie (v.a.) (Yue 1999, 2000, 2001), può essere utilmente semplificata ed estesa a più generali casi n-variati, i.e. considerando n v.a., tramite l’introduzione delle funzioni di dipendenza, altrimenti note col nome di copule. Più in generale, la 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

funzione copula
idrologia
ietogramma di progetto
registrazioni pluviometriche a scala fine
statistica multivariata

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi