Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le riforme contabili nelle Amministrazioni Pubbliche: il caso di alcuni Enti Locali trentini

Le riforme sull’ordinamento contabile delle Amministrazioni Pubbliche, hanno generato un vivace dibattito in letteratura tra coloro che vedono con favore l’adozione di una logica economico – patrimoniale e altri invece che si oppongono a tale innovazione, ritenendo più consono un sistema contabile basato sulla logica finanziaria. Il lavoro, alla luce delle riforme contabili attuate in Italia a partire dagli anni ’90, si propone di accertare l’effettivo stato del processo di programmazione, gestione e rendicontazione in alcuni
Enti Locali trentini, attraverso un’analisi empirica condotta con delle interviste rivolte a dirigenti e amministratori. Il principale risultato della ricerca consiste nel fatto che gli attuali documenti di bilancio non soddisfano le esigenze degli operatori, in quanto macchinosi, complessi ed eccessivamente analitici. Inoltre, la combinazione di elementi finanziari ed economico patrimoniali sembra appesantire l’iter decisionale, senza peraltro apportare benefici concreti alla gestione.
Il contributo suggerisce alcune soluzioni volte a superare le attuali difficoltà, proponendo un nuovo sistema di programmazione e controllo a base economico – patrimoniale, preservando la funzione autorizzativa (imprescindibile per il settore pubblico) con un sistema di autorizzazione ex ante e responsabilizzazione ex post.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 ABSTRACT Le riforme sull’ordinamento contabile delle Amministrazioni Pubbliche, hanno generato un vivace dibattito in letteratura tra coloro che vedono con favore l’adozione di una logica economico – patrimoniale e altri invece che si oppongono a tale innovazione, ritenendo più consono un sistema contabile basato sulla logica finanziaria. Il lavoro, alla luce delle riforme contabili attuate in Italia a partire dagli anni ’90, si propone di accertare l’effettivo stato del processo di programmazione, gestione e rendicontazione in alcuni Enti Locali trentini, attraverso un’analisi empirica condotta con delle interviste rivolte a dirigenti e amministratori. Il principale risultato della ricerca consiste nel fatto che gli attuali documenti di bilancio non soddisfano le esigenze degli operatori, in quanto macchinosi, complessi ed eccessivamente analitici. Inoltre, la combinazione di elementi finanziari ed economico patrimoniali sembra appesantire l’iter decisionale, senza peraltro apportare benefici concreti alla gestione. Il contributo suggerisce alcune soluzioni volte a superare le attuali difficoltà, proponendo un nuovo sistema di programmazione e controllo a base economico – patrimoniale, preservando la funzione autorizzativa (imprescindibile per il settore pubblico) con un sistema di autorizzazione ex ante e responsabilizzazione ex post.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Rosario Letizia Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1022 click dal 21/12/2006.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.