Skip to content

Studio di tecniche per la rivelazione di traiettorie di oggetti in movimento in sequenze video

Informazioni tesi

  Autore: Serini Giacomo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria dell'informazione
  Relatore: Vito Cappellini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 80

Per ciò che riguarda lo studio del movimento in sequenze video, tre sono, in generale, i passi fondamentali da compiere. Il primo è infatti quello di individuare cosa si stia muovendo (motion detection). In secondo luogo bisogna riuscire a capire come, in quanto a direzione ed entità, ciò che si muove lo stia facendo (motion estimation). Infine si può arrivare a riconoscere gli oggetti in movimento ed a rivelarne la traiettoria (object tracking). In questo lavoro di tesi ci si occuperà proprio di questo, di come, cioè, si possa riuscire a rivelare la traiettoria di oggetti in movimento attraverso l'analisi dei vari frame di cui µe composto un video. Come è facile immaginare, sono tanti e diversi i campi in cui può trovare applicazione la videoelaborazione. In particolare, la tecnica dell'object tracking è estremamente utile nel campo della videosorveglianza. Ad esempio, con questa tecnica, si possono andare a costruire sistemi per la sicurezza di edifici, basati sulla rivelazione automatica delle eventuali intrusioni. Inoltre, come precedentemente spiegato, un altro campo di applicazione che richiede particolare attenzione è sicuramente quello relativo al monitoraggio del traffico. Infatti in questo lavoro ci si concentrerà maggiormente nello studio degli aspetti legati a questa area di interesse, data la grande importanza che ha assunto nel corso degli anni nella nostra società. Come vedremo, la rivelazione delle traiettorie dei veicoli può venirci in aiuto in diverse situazioni. Ad esempio, grazie all'object tracking, si potranno andare ad implementare vari prodotti atti a rivelare manovre scorrette dei veicoli circolanti come sorpassi in tratti in cui questi siano vietati, inversioni di marcia o soste in aree considerate pericolose. Sarà sicuramente inoltre possibile andare a verificare istantaneamente lo stato di congestionamento delle arterie stradali potendo quindi arrivare ad una vera e propria regolazione dei flussi di traffco. Grazie ad alcuni ulteriori parametri come la distanza temporale tra i frame e le caratteristiche tecniche della videocamera, si potranno infine andare a recuperare dati sensibili come, un esempio per tutti, la velocità istantanea di ogni veicolo. Come vedremo, in letteratura, esistono varie tecniche di object tracking che negli anni sono state via via sviluppate ed affinate. Alcune si basano sulla conoscenza di caratteristiche salienti degli oggetti da tracciare, per esempio individuando ed inseguendo il loro centroide (features based tracking), altre cercano di segmentare completamente l'oggetto in questione per poi andarlo a riconoscere nei frame successivi (contour based tracking). Altre ancora sono basate sulla motion estimation eseguita attraverso algoritmi come il block matching (region based tracking). Ognuna di queste presenta soluzioni ai problemi che si incontrano nello sviluppo di tecniche di tracking, quali la presenza di occlusioni tra gli oggetti, il cambiamento delle condizioni ambientali, il movimento della telecamera e la durata dei tempi di calcolo.
Nel secondo capitolo di questo elaborato si andrµa a fare una panoramica di queste tecniche facendo di volta in volta delle ipotesi fondamentali come, ad esempio, considerando sistemi di ripresa fissi che, specialmente nel caso del monitoraggio del traffico, nulla tolgono alla completa ed esatta risoluzione dello specifico problema . Il terzo capitolo sarà invece dedicato completamente all'implementazione di un algoritmo di tracking basato sulla tecnica di motion estimation chiamata block matching. A conclusione della ricerca sullo stato dell'arte si è deciso di realizzare un algoritmo scelto tra quelli studiati. La scelta è ricaduta su una tecnica proposta in [1], che sembrava rispondere adeguatamente alle problematiche del tracking nell'analisi del traffico stradale. Mantenendo infatti la struttura fondamentale proposta da [1] si è cercato di raggiungere il nostro scopo ponendoci, come preannunciato, nel caso di riprese effettuate con telecamera fissa con il metodo di acquisizione della scala di grigio.
Terminato lo sviluppo del programma, questo è stato testato su diverse sequenze che differivano tra loro per dimensione e complessità della scena.
Nel quarto capitolo si presentano così i vari risultati ottenuti che, come è facile immaginare, sono stati buoni per alcune sequenze e meno per altre, a seconda della loro complessità ma non solo. Si è potuto notare infatti come, la definizione di ogni immagine, giochi un ruolo fondamentale per avere risultati soddisfacenti, poichè il block matching stesso, che rappresenta la base della tecnica usata, esige in ingresso frame a sufficiente risoluzione per produrre buoni risultati. Nell'ultima parte dell'elaborato (capitolo 5), sono infine concentrati le conclusioni e i possibili sviluppi che sono emersi durante questo studio.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 Introduzione Negli ultimi anni, grazie all’enorme sviluppo della tecnologia digitale, si e` creato grande interesse attorno alle possibilita` che questa rivoluzione ha por- tato con se´. In particolar modo, l’utilizzo dei segnali numerici ha introdotto grandi cambiamenti e nuove molteplici capacita` nello sviluppo della video- elaborazione. Sono tanti infatti i campi di applicazione di questa pratica, dalla videosorveglianza, alla codifica video alla produzione di sistemi I.T.S. (Intelligent Transportation Systems), che nell’ultimo decennio hanno destato interesse in molti centri di ricerca sparsi per tutto il mondo. Per cio` che riguarda, in particolare, lo studio del movimento in sequenze video, tre sono, in generale, i passi fondamentali da compiere. Il primo e` infatti quello di individuare cosa si stia muovendo (motion detection). In secondo luogo bisogna riuscire a capire come, in quanto a direzione ed entita`, cio` che si muove lo stia facendo (motion estimation). Infine si puo` arrivare a riconoscere gli oggetti in movimento ed a rivelarne la traiettoria (object tracking). In questo lavoro di tesi ci si occupera` proprio di questo, di come, cioe`, si possa riuscire a rivelare la traiettoria di oggetti in movimento attra- verso l’analisi dei vari frame di cui e` composto un video. 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi del traffico
block matching
motion detection
motion estimation
object tracking
oggetti in movimento
rivelazione di traiettorie
veicoli

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi