Skip to content

Le nuove esigenze della clientela high affluent: il passaggio dal private banking ai servizi di wealth management

Informazioni tesi

  Autore: Paolo Sertorelli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative
  Corso: Economia Bancaria, Finanziaria ed Assicurativa
  Relatore: Alberto Banfi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 131

L’elaborato si compone di quattro capitoli.
Il primo di essi è focalizzato sul concetto di Private Banking. Si propone di capire il significato del termine Private Banking, attraverso le definizioni date dai vari autori che se ne sono occupati per poi delineare le caratteristiche distintive del segmento private, in contrapposizione al segmento retail. Un’analisi della domanda/offerta dei prodotti di mercato unitamente alle tematiche riguardanti i possibili profili organizzativi adottati nell’ambito dell’esercizio di tale attività concludono il capitolo introduttivo dell’elaborato.

Illustrare l’evoluzione di settore, dall’attività di Private Banking “tradizionale” al concetto di Private Wealth Management soffermandosi, inoltre, sull’analisi sintetica di quelli che sono gli aspetti caratteristici del servizio di Family office è ciò di cui mi sono occupato nella stesura del secondo capitolo.

Il contenuto del terzo capitolo, a carattere quasi esclusivamente statistico-quantitativo, si propone di fornire uno spaccato, quanto più esauriente possibile, di quella che è l’attuale situazione del mercato del Private Banking in Italia. Il passaggio da mercato di nicchia all’avvento della concorrenza, l’aumento dei volumi gestiti, la rilevanza dei mercati off-shore, i possibili scenari futuri rappresentano alcune delle tematiche affrontate dal capitolo in questione.

Il quarto capitolo, a conclusione dell’elaborato, effettua un confronto tra players operanti nel segmento Private. Attraverso interviste effettuate direttamente ad addetti del settore si vuole ottenere un riscontro pratico di come, quanto detto nei precedenti capitoli trovi effettivamente applicazione in campo professionale. La scelta delle cosiddette Big Two, cioè UBS e Credit Suisse, come soggetti dell’analisi è motivata dalla consapevolezza che esse rappresentano un indubbio punto di riferimento nel sempre più ampio segmento Private, sia a livello internazionale, sia con riferimento al mercato italiano nel quale operano da oltre un decennio.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa l Private Banking rappresenta senza dubbio uno dei segmenti di mercato maggiormente cresciuto nel corso degli ultimi anni. Un mercato, quello del Private Banking , al quale, sembra che nessun intermediario voglia rinunciare. Oggi il Private Banking in Italia vale circa 820 miliardi di euro, secondo le ultime stime elaborate dall’Associazione Italiana Private Banking, e la Price Waterhouse Coopers Advisory, con una crescita rispetto al 2005 del 4,3%. I Se inizialmente i servizi di Private Banking degli istituti italiani si limitavano alla gestione del patrimonio finanziario della clientela e si basavano su un’offerta standardizzata, veicolata da relationship manager che non si consideravano come dei problem solver dei bisogni dei clienti ma semplici gestori di una relazione, ora la situazione appare alquanto diversa. Quella del Private Banking è un’attività alla quale un gran numero di gruppi finanziari ha rivolto le proprie attenzioni nella speranza che si riveli un filone dalle grandi possibilità in termini di redditività, spesso però eccedendo nell’ottimismo ed evidenziando carenze nella valutazione di uno scenario così complesso 1 . Un impulso alla crescita del mercato a livello nazionale si è avuto in conseguenza dei cosiddetti scudi fiscali, ossia il meccanismo legislativo che prevedeva l’emersione delle attività finanziarie occultate all’estero. Considerando a posteriori questi provvedimenti, se ne deve ridimensionare di molto la portata rispetto alle valutazioni fatte in passato: 1 DELIA RUSSEL T., DI MASCIO A., Wealth Management. Oltre il Private Banking: le nuove strategie integrate della gestione patrimoniale, Il Sole 24 Ore, 2002. 9

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

family office
high affluent
open architecture
private banking
wealth management

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi