Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Iniziativa e partecipazione nel procedimento amministrativo attraverso gli sportelli telematici

L’elaborato in oggetto rappresenta uno studio dettagliato sull’iniziativa e la partecipazione nel procedimento amministrativo attraverso gli sportelli telematici, materia di attualissimo interesse ed in continua evoluzione che, mediante l’utilizzo di recenti tecnologie informatiche, sta determinando anche un evidente mutamento nel modo di operare della P.A. ed un cambiamento negli strumenti a sua disposizione. Particolare è stata l’attenzione rivolta, a questo proposito, al nuovo modello E-Government della P.A., a come si stanno evolvendo le PP.AA. e alla recente introduzione del nuovo Codice dell’Amministrazione Digitale (cos’è, a cosa serve, i nuovi diritti per i cittadini e gli strumenti a loro disposizione, i vantaggi per la stessa P.A. e gli utenti). Dopo un iniziale excursus storico sulla nascita e l’evoluzione dell’idea della forma elettronica e sui riflessi dell’informatica sulla struttura della P.A., ci si è soffermati in particolare sul cambiamento interno ed esterno alla P.A., sull’analisi delle più recenti infrastrutture tecnologiche al servizio del cambiamento, senza tralasciare espressi riferimenti al Centro per l’Informatica nella P.A. (CNIPA), alla Rete Unitaria della P.A. (RUPA) e alla Rete Nazionale, per concludere con un esame del Piano d’Azione sull’Electronic Government (E-Government) e dello Sportello unico telematico, dei vari Piani d’Azione E-Europe e del ruolo delle Regioni e degli Enti locali nel governo elettronico.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Un forte processo di rinnovamento ha profondamente modificato il quadro generale dell’attività delle Amministrazioni Pubbliche negli ultimi anni, obbligando il legislatore ad agire in modo energico e piuttosto rapido, attraverso l’emanazione di una serie di riforme che rivoluzionano completamente la cultura organizzativa della Pubblica Amministrazione e, in particolare, il procedimento amministrativo tradizionale. Con tali riforme si intende passare da una amministrazione dirigistica, verticale e segmentata ad una amministrazione orizzontale, orientata al servizio e caratterizzata da fitti scambi informativi tra le sue parti e verso l’ambiente esterno. Tra i fattori esogeni di cambiamento risalta la forte accelerazione della diffusione di Internet 1 nel nostro Paese. In generale ne è scaturito un mutamento del ruolo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nell’amministrazione pubblica. Le tecnologie inducono una particolare dinamica del cambiamento nelle organizzazioni: da un lato gli utenti esprimono esigenze crescenti (rapidità, interattività, trasparenza, semplicità, ecc.), dall’altro i servizi pubblici dispongono di nuovi strumenti e possono avviare un percorso innovativo che li trasforma profondamente. Gli utenti della Pubblica Amministrazione cominciano a vedere gli effetti positivi derivanti dal progressivo completamento di alcuni grandi sistemi informativi (Pubblica istruzione, Tesoro, Affari esteri, Interno, ecc..) che vanno ad aggiungersi ad altri già consolidati (Finanze, Inail, Inps, Aci) che già forniscono alcuni servizi all’utente anche per il tramite di Internet. Cambia lo 1 Internet è per definizione la rete delle reti connesse tra di loro utilizzando il protocollo TCP/IP e altri protocolli ad esso simili. La connessione è realizzata autonomamente a cura dei gestori delle singole reti.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Roberta Testa Contatta »

Composta da 508 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4274 click dal 05/01/2007.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.