Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Model Updating in Condizioni di rilevanti incertezze di modello

Model Updating

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Gli ultimi decenni sono stati teatro di un rapido progresso tecnologico in tutti i settori della scienza. Nell’ambito della sicurezza e del monitoraggio di strutture, esso consente la raccolta di una grande quantita`didatiuti- lizzabili per il loro studio e per l’individuazione di eventuali problematiche. Soprattutto per gli edifici storici, e` importante cercare di conoscere in modo approfondito la situazione della struttura in un certo istante di tempo, in mo- do da disporre di una configurazione di riferimento con la quale confrontare, in futuro, i dati e le informazioni ricavate. Come punto di riferimento e` possi- bile considerare un modello matematico, realizzato ad esempio attraverso un codice agli elementi finiti, a patto che questo sia in grado di descrivere, con un certo grado di correttezza, il comportamento del sistema che rappresenta. Per questa ragione, negli ultimi anni sono stati condotti numerosi studi riguardanti lo sviluppo di tecniche di Model Updating, finalizzate alla deter- minazione delle modifiche da apportare a certe caratteristiche del modello, al fine di renderlo il piu` possibile rappresentativo della struttura reale. Le ragioni di interesse verso questa disciplina sono molteplici: i suoi metodi sono utilizzati non solo per fini di previsione del comportamento di una struttura, ma anche per condurre studi sull’ottimizzazione di reti di monitoraggio e per disporre eventuali interventi riabilitativi. La maggior parte dei metodi di updating sviluppati procede impostan- do un processo di minimizzazione di una funzione obiettivo, generalmente definita in termini di scarto tra la risposta del sistema reale, nota grazie alle misurazioni effettuate, e quella del modello, determinabile attraverso un software di calcolo. La risposta fornita dal modello dipende da come e`sta- to costruito e dai valori assegnati a certi parametri costitutivi (come, ad esempio, le proprieta` meccaniche dei materiali assegnati ai vari elementi): variando questi valori, si cerca di raggiungere il punto di minimo della fun- zione obiettivo. La soluzione finale e`, idealmente, rappresentata dal modello 1

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Francesca Bottazzoli Contatta »

Composta da 135 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 663 click dal 05/01/2007.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.