Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il trasferimento di un complesso aziendale fra logiche economiche e principi contabili

Il presente lavoro rappresenta il risultato di un’attività di ricerca, effettuata relativamente all’esperienza di stage, svoltasi presso lo Studio Tartaro, in Palazzolo S/O (Bs).
In particolare, verranno esaminate le diverse modalità di trasferimento di un complesso aziendale, attraverso le quali un’azienda avvia dei processi di rideterminazione della dimensione e della struttura organizzativa.
Tali operazioni appartengono all’ambito della “gestione straordinaria”, in quanto presentano un carattere del tutto eccezionale sia per la loro frequenza, sia per la rilevanza del loro impatto sull’economia delle imprese coinvolte.
Si analizzeranno, in tale contesto, la cessione d’azienda, la cessione delle partecipazioni sociali, ed il conferimento.
Ogni tipologia di operazione straordinaria verrà trattata con peculiare riferimento alla rispettiva disciplina giuridico-economica, nonché alle molteplici finalità strategiche.
Anche le modalità di rilevazione contabile rappresentano un aspetto rilevante, sia per quanto riguarda la corretta individuazione del capitale di funzionamento, sia per la determinazione delle future correnti reddituali dell’impresa.
Occorre, infine, considerare anche il profilo fiscale, importante nei calcoli di convenienza economica, e quindi, spesso determinante per l’implementazione, o meno, delle operazioni in esame.
I mutamenti organizzativi e strutturali, conseguenti ai trasferimenti di complessi aziendali, rappresentano una risposta del sistema aziendale all’evoluzione sempre più incalzante dell’ambiente esterno.
Di conseguenza, le operazioni straordinarie sono finalizzate alla ricerca di una condizione di “equilibrio economico”, soprattutto di medio-lungo periodo: presupposto imprescindibile per la sopravvivenza dell’azienda, e garanzia per la continuazione dell’attività imprenditoriale.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il presente lavoro rappresenta il risultato di un’attività di ricerca, effettuata relativamente all’esperienza di stage, svoltasi presso lo Studio Tartaro, in Palazzolo S/O (Bs). In particolare, verranno esaminate le diverse modalità di trasferimento di un complesso aziendale, attraverso le quali un’azienda avvia dei processi di rideterminazione della dimensione e della struttura organizzativa. Tali operazioni appartengono all’ambito della “gestione straordinaria”, in quanto presentano un carattere del tutto eccezionale sia per la loro frequenza, sia per la rilevanza del loro impatto sull’economia delle imprese coinvolte. Si analizzeranno, in tale contesto, la cessione d’azienda, la cessione delle partecipazioni sociali, ed il conferimento. Ogni tipologia di operazione straordinaria verrà trattata con peculiare riferimento alla rispettiva disciplina giuridico-economica, nonché alle molteplici finalità strategiche. Anche le modalità di rilevazione contabile rappresentano un aspetto rilevante, sia per quanto riguarda la corretta individuazione del capitale di funzionamento, sia per la determinazione delle future correnti reddituali dell’impresa. Occorre, infine, considerare anche il profilo fiscale, importante nei calcoli di convenienza economica, e quindi, spesso determinante per l’implementazione, o meno, delle operazioni in esame. I mutamenti organizzativi e strutturali, conseguenti ai trasferimenti di complessi aziendali, rappresentano una risposta del sistema aziendale all’evoluzione sempre più incalzante dell’ambiente esterno. Di conseguenza, le operazioni straordinarie sono finalizzate alla ricerca di una condizione di “equilibrio economico”, soprattutto di medio-lungo periodo: presupposto imprescindibile per la sopravvivenza dell’azienda, e garanzia per la continuazione dell’attività imprenditoriale.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Luca Cavalleri Contatta »

Composta da 121 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3692 click dal 05/01/2007.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.