Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Scelte strategiche del private banking in Italia

Il private banking in Italia, definizioni, caratteristiche, analisti delle principali banche italiane e non.

Mostra/Nascondi contenuto.
1.1 DEFINIZIONI E CARATTERISTICHE DEL PRIVATE BANKING Possiamo definire il private banking come “l’offerta di servizi personalizzati e di elevata qualità rivolta ad un numero limitato di clienti con grandi disponibilità e bisogni finanziari complessi” 1 . Il private banking viene utilizzato per indicare l’insieme dei prodotti e servizi che operatori appartenenti al settore bancario e non, predispongono per la soddisfazione delle esigenze finanziarie dei clienti detentori di elevati patrimoni finanziari. I servizi predisposti per la clientela di questo tipo non sono soltanto di investimento, ma comprendono il maggior numero di attività di tale clientela target, spaziando dai servizi di finanziamento al tax planning 2 , dai servizi previdenziali-assicurativi alla gestione del patrimonio immobiliare, fino ad arrivare alla consulenza per le opere d’arte o dei beni di lusso. L’obiettivo principale è quello di offrire vari servizi finalizzati alla soddisfazione di tutte le esigenze della sfera finanziaria del cliente con disponibilità patrimoniali fuori dalla normale dotazione della clientela retail, proponendosi in questo modo consulente di fiducia del cliente. Il segmento più rilevante della clientela che richiede servizi di private banking comprende, principalmente, chi dispone di un’ampia ricchezza investibile: questi soggetti sono definiti High Net Worth Individual (HNWI). Le soglie d’accesso al servizio non sono ben definite ed ogni operatore in relazione alle scelte di mercato o alla situazione nella quale opera, le può quantificare come meglio crede. Sulla base di alcuni studi di settore 3 , è comunque possibile identificare come appartenenti a tale segmento 1 MUSILE TANZI P. (2000), Asset management: un settore in continua evoluzione, in Economia & Management, fascicolo 1, pag. 49. 2 www.performancetrading.it: Tax planning o pianificazione fiscale: insieme di procedure ed investimenti che possono essere attuati con lo scopo di diminuire il livello dell’imposizione fiscale. Per esempio l’acquisto di titoli esenti, o realizzare investimenti dalle caratteristiche impositive particolari. 3 PRICEWATERHOUSE COOPERS (2004), Competing for Clients, Further Analysis – Global Private Banking / Wealth Management Survey.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Roberta Massimini Contatta »

Composta da 52 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6301 click dal 10/01/2007.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.