Skip to content

Un portale per il lavoro collaborativo basato su approccio Web 2.0

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Lucchesi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Informatica
  Relatore: Giovanni Degli Antoni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 59

L’obiettivo di questo lavoro è la realizzazione di un portale Intranet per la gestione integrata dei progetti relativi a Nomadik® dell’azienda ST Microelectronics . Tali progetti riguardano lo sviluppo di piattaforme hardware (schede) e relativo software per una famiglia di prodotti centrati su system-on-chip multimediali che trovano varie applicazioni nel campo delle telecomunicazioni come pure nell’elettronica di consumo. ST Microelectronics è una multinazionale con sedi altamente distribuite, e la divisione specifica che si occupa della suddetta piattaforma è dislocata in Italia, Francia ed India. La divisione inoltre opera in stretto contatto con le organizzazioni di vendita e supporto in America, Asia e Europa. Nasce quindi l’esigenza di coordinare il lavoro dei vari siti coinvolti in questi progetti con uno strumento accessibile da ogni parte del mondo, il portale “Nomadik Dashboard”, sul quale poter trovare, aggiungere e modificare ogni informazione utile allo sviluppo delle piattaforme stesse.
Per costruire questo portale si è adottato un approccio innovativo riconducibile all’emergente Web 2.0. Questa tecnologia permette di inviare dal server al client solo le informazioni che quest’ultimo richiede, aggiornando quindi anche una sola parte dell’ interfaccia utente caricata, e fa girare sul client il maggior numero di script possibile, limitando al minimo lo scambio di dati tra client e server ed ottenendo quindi un’applicazione web molto veloce.
Il risultato ottenuto è appunto il portale “Nomadik Dashboard”, accessibile dalla Intranet dell’azienda, che permette di gestire documenti, informazioni e software in modalità integrata ed efficiente. Gli utenti del portale sono divisi in quattro categorie d’accesso, ma risultano comunque tutti dipendenti ST.
Possiamo quindi affermare che l’obiettivo originale è stato raggiunto con successo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1. Introduzione 1.1 L’origine del web Il quattro ottobre del 1957, in piena guerra fredda, l’Unione Sovietica manda in orbita il primo satellite artificiale della storia (lo Sputnik). Gli Stati Uniti non potevano restare a guardare di fronte alla testimonianza di un progresso tecnologico ormai inarrestabile, infatti, solo undici giorni più tardi viene convocato lo Science Advisory Committee (Comitato di consulenza scientifica) all'interno del quale si stabilisce di nominare uno Science Advisor, con il potere di decidere sullo sviluppo della tecnologia americana senza subire le pressioni degli organi ufficiali. Lo scienziato scelto per tale compito è James R. Killian Junior il quale definisce, insieme al segretario della difesa americana, le basi per la creazione di un'agenzia per lo sviluppo scientifico che portasse all'unione di esercito, marina militare e aviazione. Nel 1958 nasce quindi l'ARPA (Advanced Research Project Agency). La preoccupazione ricorrente ed ossessiva derivava dall'impossibilità di comunicare con sicurezza in caso d'attacco nucleare con le tradizionali trasmissioni via radio. Il sistema nato all'interno dell'ARPA prevedeva il collegamento fra computer distanti fra loro, con possibilità di scambiarsi documenti ed applicazioni, e nacque dopo gli studi condotti in America da Paul Baran ed in Inghilterra da Donald Watts Davies. Nel 1962 i due scienziati portarono avanti uno studio sulla “commutazione di pacchetto” che portò alla nascita del metodo di trasmissione definito “packet switching”: la rete che collegava i vari computer tra loro non doveva avere un'autorità centrale, ed era fondamentale che tutti i nodi fossero indipendenti, godessero della stessa posizione gerarchica e fossero in grado di originare, passare e ricevere messaggi; questi sarebbero stati scomposti in pacchetti, opportunamente targati per non perdersi, ed ogni pacchetto indirizzato verso la propria meta finale, raggiunta la quale sarebbero stati ricompattati per ricostituire i messaggi; la “strada” percorsa da ciascun pacchetto era indipendente da quella degli altri, e se questa 5

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ajax
internet 2.0
nomadik
nomadik dashboard
st microelectronics
system on chip
web 2.0
web semantico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi