Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Internazionalizzazione produttiva in Cina - Politiche pubbliche e valutazioni economico-finanziarie

FOCUS
L’internazionalizzazione delle imprese quale causa della progressiva integrazione dei mercati dei beni, dei servizi, dei fattori produttivi.

IPOTESI FONDAMENTALE
Gli atti di scambio internazionali determinano la sostenibilità di stili di vita e modelli di organizzazione delle attività collettive di una società.

NELLA TEORIA…
Manca un “Saggio sulla natura e le cause della competitività delle nazioni”. Come legare concettualmente l’organizzazione politica, giuridica, economica di uno Stato con la necessità di migliorare il benessere dei cittadini?

NELLA PRASSI…
La sfida alla quale sono chiamate le imprese italiane - e, più in generale, il Paese nel suo insieme - è quella di saper governare la competitività.

STRUTTURA DELLA TESI
Presentazione (M. Marrelli & R. Mercurio)
Introduzione
(1) Capitalismo cinese
(2) Internazionalizzazione produttiva in cina
(3) Politiche pubbliche e strumenti di sostegno
Sintesi e considerazioni finali

DOMANDE DI RICERCA
1. Quali sono i cardini economici della crescita della Cina?
2. Perché le imprese spostano la produzione industriale verso le economie emergenti?
3. Come lo Stato incentiva tale strategia imprenditoriale e in che misura realizza i propri fini?

PRINCIPALI RISULTATI
1.La Cina è il mondo che cambia.
2.L’internazionalizzazione produttiva in Cina è fortemente stimolata da incentivi pubblici.
3.In Italia non esiste una politica pubblica regolante l’internazionalizzazione d’impresa in chiave competitiva.

Mostra/Nascondi contenuto.
XII Presentazione di Massimo Marrelli e Riccardo Mercurio * * * * * Il dottor Daniele Maddaloni ha elaborato una tesi sull’internazionalizzazione produttiva in Cina, con approfondimento delle politiche pubbliche di sostegno e delle valutazioni economico-finanziarie dei progetti di investimento internazionale. L’obiettivo conoscitivo della ricerca si incentra sulle cause dirette e indirette del più importante fenomeno oggi in atto nel sistema economico-sociale mondiale: la progressiva integrazione dei mercati dei beni, dei servizi, dei fattori produttivi. I mutamenti indotti dalla globalizzazione hanno assunto notevole rilievo non solo sul piano economico, ma in modo estremamente significativo anche su quello politico (perdita di potere pubblico) e giuridico (crisi della legge). Lo studio, che ha natura interdisciplinare, è impostato secondo le diverse metodologie utilizzate nel campo economico e aziendale. La raccolta dei dati è avvenuta sul campo, sia in Italia che in Cina, attraverso la permanenza presso istituzioni pubbliche (Senato della Repubblica), banche d’affari per l’internazionalizzazione (Simest S.p.a.), multinazionali della produzione industriale. L’indagine è stata svolta con impegno e riflette i profili rilevanti della problematica analizzata, alla quale la dottrina ha finora dato un’attenzione solo episodica. Specialmente interessanti sono le considerazioni sulle politiche pubbliche e sugli strumenti di sostegno per l’internazionalizzazione. L’elaborato si articola in tre parti corrispondenti ai seguenti interrogativi principali: 1. Quali sono i cardini economici della crescita della Cina? 2. Perché le imprese spostano la produzione industriale verso le economie emergenti? 3. Perché lo Stato incentiva tale strategia imprenditoriale e in che misura realizza i propri fini?

Tesi di Dottorato

Dipartimento: Dipartimento di Diritto Costituzionale

Autore: Daniele Maddaloni Contatta »

Composta da 302 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3550 click dal 12/01/2007.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.