Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La logistica a monte: evoluzioni e tendenze. Lo studio di un caso

La tesi si occupa di analizzare l'applicazione di forme innovative di relazioni tra cliente e fornitore nell'ambito del contesto italiano (caratterizzato maggiormente da piccole e medie imprese). A tal proposito, si è analizzato il caso di un'azienda produttrice di marmi, proponendo soluzioni alternative in modo da migliorare l'efficienza, la tempestività e la flessibilità della catena fornitore-cliente.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Parte prima Capitolo 1 - La logistica aziendale: verso il Supply Chain Management Il Supply Chain management è un modello nuovo e rappresenta l’estensione del tradizionale concetto di logistica. Quest’ultima si occupava dell’ottimizzazione dei flussi all’interno dell’azienda mentre il SCM sostiene che l’integrazione interna non è sufficiente ma, bisogna allargare i confini verso gli operatori a monte e a valle della catena. Figura 1 – Il tradizionale concetto di logistica Figura 2 – Il Supply Chain Management Tale modello si sta diffondendo recentemente nei paesi occidentali ma trova la sua origine nel lontano Giappone. Infatti, sono stati proprio i giapponesi a ridisegnare totalmente la modalità con cui la gestione delle attività logistiche persegue il massimo dell’efficienza e dell’efficacia. In Giappone, le aziende sono organizzate secondo un rapporto parentale: si parla di società madre, figlie e nipoti che sono indipendenti dal punto di vista proprietario ma che operano come se costituissero un’unica impresa. L’azienda prende il nome di “Keiretsu” ed ha lo scopo di mettere in

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Stefania Farace Contatta »

Composta da 42 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2541 click dal 16/01/2007.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.