Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sigillografia e sfragistica ligure medievale: indagini e proposte

La ricerca sulla produzione e la catalogazione della sigillografia ligure medievale presentava diverse lacune che la tesi ha tentato di colmare sia attraverso l'acquisizione di nuovi sigilli inediti tramite la ricerca d'archivio e museale, sia presentando uno studio omogeno che mancava sinora in questo campo di studi. La tesi ha poi allargato lo studio dei sigilli su ogni aspetto: storia, ricerca archivistica, analisi delle tecniche, catalogazione e studio sui titolari delle matrici.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Perché uno studio di sigillografia. Sfogliando il Repertorio di bibliografia per i beni culturali della Liguria 1 per vagliare diversi possibili argomenti per la mia tesi, ho notato, tra decine di altri interessanti possibili percorsi di ricerca, il riferimento bibliografico a un articolo della professoressa Airaldi su alcuni sigilli conservati presso l’Archivio Capitolare di San Lorenzo 2 . L’argomento ha subito catturato la mia attenzione perché era a me pressoché sconosciuto, e questo non ha fatto altro che aumentare il suo fascino nei miei confronti: è infatti nella mia indole seguire nuove “piste di caccia” piuttosto che accodarmi su terreni già battuti. L’argomento rispondeva poi ad almeno altri due requisiti importanti: il mio forte interesse per le arti “applicate”, le cosiddette arti minori, e la possibilità di approfondire un aspetto dell’arte medievale ligure, per altri versi oggetto di numerosi studi. L’articolo più recente sull’argomento è proprio quello della professoressa Airaldi cui si è accennato in precedenza, risalente ormai a diversi anni fa, ma si tratta di un caso isolato nel panorama degli studi dedicati a livello locale a questo argomento. Scorrendo tutta la bibliografia in proposito non si è potuto fare altro che rilevare, per tutto il corso del ‘900, il pressoché totale disinteresse per questa materia, almeno in area ligure, a differenza di altre realtà italiane e estere che hanno dedicato interessanti studi e monografie alla produzione sfragistica italiana e al suo studio critico. 1 Livia Degrassi Maltese, a cura di, Repertorio di bibliografia per i beni culturali della Liguria, Genova 1980. 2 Gabriella Airaldi, Sigilli nell’Archivio Capitolare di San Lorenzo di Genova, in Rassegna degli Archivi di Stato, 1970, XXX, 3, pp. 633-641.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Francesco Gamberoni Contatta »

Composta da 336 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1248 click dal 22/01/2007.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.