Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I conferimenti degli enti locali in attuazione della riforma sui servizi pubblici. La riorganizzazione dei comuni della provincia di Forlì-Cesena

L'elaborato vuole fornire uno studio delle operazioni di conferimento e, senza la pretesa di esaurirne l’argomento, tentare di darne una visione d’insieme. Il tutto nel tentativo di rendere più chiara possibile la disciplina dei conferimenti d’azienda, che così sovente si verificano nella realtà d’impresa, attraverso cui avviene il trasferimento di un’azienda, o di un ramo d’azienda, da un soggetto economico conferente ad un diverso ente conferitario, in cambio di una partecipazione al capitale della conferitaria.
La prima parte dell’elaborato (Cap. I) inquadra il conferimento nell’ambito degli studi economico aziendali evidenziando che trattasi di un’operazione straordinaria d’impresa, in quanto esula dai normali fatti di gestione, essendo volto ad una radicale riorganizzazione delle attività produttive.
La seconda parte dell’elaborato (cap. II - III e IV) si pone come obiettivo quello di analizzare l’operazione straordinaria del conferimento come strumento tecnico nell’ambito del decentramento dei servizi pubblici locali di recente oggetto di attenzione da parte del legislatore nazionale sulla scia delle forti spinte comunitarie.
Viene quindi esaminata l’evoluzione della normativa dei servizi pubblici locali (cap. II) a partire dalla legge 142/90, inclusa nel Testo Unico degli Enti locali, fino al recente riordino del settore, che, avviata dall’art. 35 della legge n. 448/2001 (legge finanziaria 2002), ha subito un’importante accelerazione con l’approvazione della legge 24 novembre 2003, n. 326 e della legge 24 dicembre 2003, n. 350 (legge finanziaria 2004).
Vengono analizzati i punti cardini della riforma e segnatamente il principio della proprietà esclusiva in capo agli enti locali delle reti e degli impianti connessi all’erogazione dei servizi pubblici locali ed il principio della concorrenza nella scelta del gestore del servizio.
Vedremo poi come le innovazioni che si si sono susseguite dal punto di vista normativo hanno contribuito alla nascita dei cd. “gruppi comunali” (cap. III) dove l’ente locale si pone al vertice di un “sistema articolato di aziende”, e che, come una vera e propria “holding”, si trova ad affrontare tematiche inerenti sempre meno la gestione operativa e sempre più la formulazione di un “disegno strategico”.
A questo punto, forniti al lettore gli strumenti tecnico-giuridici per la comprensione della materia, si passa all’esame del progetto di riorganizzazione dei servizi pubblici attuato dai Comuni di ambito territoriale della Provincia di Forlì Cesena (cap. IV)

Mostra/Nascondi contenuto.
V INTRODUZIONE Il presente elaborato vuole fornire uno studio delle operazioni di conferimento e, senza la pretesa di esaurirne l’argomento in questa sede, tentare di darne una visione d’insieme. Il tutto nel tentativo di rendere più chiara possibile la disciplina dei conferimenti d’azienda, che così sovente si verificano nella realtà d’impresa, attraverso cui avviene il trasferimento di un’azienda, o di un ramo d’azienda, da un soggetto economico conferente ad un diverso ente conferitario, in cambio di una partecipazione al capitale della conferitaria. La prima parte dell’elaborato (Cap. I) inquadra il conferimento nell’ambito degli studi economico aziendali evidenziando che trattasi di un’operazione straordinaria d’impresa, in quanto esula dai normali fatti di gestione, essendo volto ad una radicale riorganizzazione delle attività produttive. L’argomento sarà quindi brevemente analizzato con riferimento al rapporto conferimento-concentrazione aziendale, per poi proseguire soffermandosi sugli aspetti civilistici e contabili dell’operazione e concludere con gli aspetti fiscali, non disdegnando in alcuni casi approfondimenti. La seconda parte dell’elaborato (cap. II - III e IV) si pone come obiettivo quello di analizzare l’operazione straordinaria del conferimento come strumento tecnico nell’ambito del

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Ambrogio Di Napoli Contatta »

Composta da 208 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1456 click dal 16/01/2007.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.