Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Aspetti ecologici di colonizzazione vegetale, in presenza di metalli pesanti, su sterili minerari, nella zona di Ingurtosu-Naracauli (Arbus)

L’area mineraria in cui si svolge la ricerca è quella di Ingurtosu-Naracauli, ubicata nel comune di Arbus, presso la costa sud-occidentale sarda.
La zona di Ingurtosu, così come quella adiacente di Montevecchio, è stata oggetto di intense coltivazioni di grandi ed importanti filoni piombizinciferi. Alcuni fanno risalire le coltivazioni al tempo dei Romani o addirittura a quello dei Nuragici. Per avere un’idea dell’importanza di questo sistema basta pensare che le fasce filoniane principali si estendono complessivamente per oltre 15 km e che i singoli filoni hanno una potenza variabile da 2 a 10 m.
Lo scopo della ricerca è l’individuazione di specie vegetali spontanee capaci di colonizzare discariche di sterili minerari. La discarica presa in esame contiene tenori altissimi di metalli pesanti: piombo, zinco e, in minor quantità, cadmio e rame.
Si tratta di un bacino di decantazione abbandonato in cui venivano accumulati i fanghi di flottazione. Il bacino non ha nessuna protezione e gli sterili minerari, soggetti a forte erosione, creano il rischio di contaminazione ambientale. Infatti, nel fondovalle scorre il Rio Naracauli che ha la sua foce nella zona di Piscinas, una delle parti più belle della Sardegna sud-occidentale.
Alla luce di questi risultati l’individuazione delle specie vegetali che riescono a vivere in condizioni così estreme potrebbe essere mirata alla creazione di un suolo, da parte proprio di queste piante, e di una nuova vegetazione. In questo modo si potrebbe minimizzare il processo di erosione e con esso anche quello di inquinamento, nonché la situazione estetica della zona che appare decisamente in uno stato desolante.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 UBICAZIONE E STORIA DELLA ZONA MINERARIA L area mineraria in cui si svolge la ricerca Ł quella di INGURTOSU- NARACAULI, rappresentata nel Foglio IGM 225, IV quadrante, tavola S.O. "MONTEVECCHIO". Detta area Ł ubicata nel comune di Arbus, presso la costa sud- occidentale sarda; vi si pu accedere tramite la strada che si diparte dalla S.S. 126 a circa 6 Km dal paese di Arbus. La strada asfaltata termina all inizio della frazione di Ingurtosu (presso la piccola chiesa), da qui ne comincia una bianca che, passando davanti alla laveria di Naracauli, arriva sin sulla spiaggia nella zona di Piscinas vicino all ex Colonia Marina ora trasformata in albergo-ristorante. Altra strada tramite la quale si pu accedere ad Ingurtosu Ł quella non asfaltata che si diparte da Montevecchio (anche questa ex zona mineraria) e termina proprio nella frazione arburese. La zona di Ingurtosu, cos come quella adiacente di Montevecchio, Ł stata oggetto di intense coltivazioni di grandi ed importanti filoni piombozinciferi. Alcuni fanno risalire le coltivazioni al tempo dei Romani o addirittura a quello dei Nuragici. Prove certe di attivit estrattiva le si hanno soltanto dal 1762 quando

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Roberto Frongia Contatta »

Composta da 65 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1773 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.