Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La sottrazione internazionale di minori nei suoi recenti sviluppi giurisprudenziali

La sottrazione internazionale di minori è un fenomeno particolarmente delicato che tocca la sfera affettiva delle parti coinvolte e che porta ad un confronto tra culture, sistemi di diritto di famiglia e sensibilità spesso diversi o addirittura in contrasto tra loro.

Mostra/Nascondi contenuto.
4CAPITOLO I BREVE ANALISI DELLE DIMENSIONI DEL FENOMENO. Paragrafo I La circolazione internazionale delle persone e le problematiche relative alle diversità culturali e giuridiche all’interno delle coppie miste. Se uno degli effetti principali dei processi di globalizzazione economica è stato quello di “de – nazionalizzare” o di “de–territorializzare” l’economia, l’immigrazione, al contrario, sta rinazionalizzando la politica. Di fatto, gli Stati nazionali si mostrano sempre più propensi alla rimozione delle barriere nei confronti dei flussi di capitali, informazioni e servizi, ma nell’ affrontare questioni come l’immigrazione o la richiesta di asilo da parte dei rifugiati – tanto in America del Nord, Europa o Giappone – le élites nazionali al potere non esitano a rivendicare il proprio diritto sovrano al controllo dei confini territoriali. Va precisato però che nonostante le restrizioni alla libera circolazione internazionale delle persone restino molto rilevanti, è ovvio che tali forme di controllo non possono mai risultare del tutto efficaci. E l’enorme crescita dei flussi di migranti o lavoratori “irregolari” o “fuori controllo” negli ultimi anni non fa che dimostrarlo. In breve: per quanto ogni singolo Stato nazionale abbia il potere di mettere in pratica una propria politica per il controllo dell’immigrazione, si troverà sempre più coinvolto in processi trasnazionali di ampia portata e caratterizzati da dinamiche talmente complesse che riuscirà a gestire e regolare il problema solo in modo parziale 1 . Il processo di integrazione tra le varie etnie, di cui la nostra società sarà protagonista nei prossimi decenni e di cui lo Stato deve rendersi fautore sin da ora, richiede non solamente il rispetto dei numerosi accordi internazionali in materia di immigrazione e di trattamento dello straniero, ma anche la ricerca di un minimo comune denominatore tra gli ordinamenti dei Paesi di provenienza e di accoglienza del sempre più consistente flusso migratorio. 1 MELLINO, La critica postocoloniale, Roma, 2005, 92

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Silvia Giambelli Contatta »

Composta da 142 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4222 click dal 18/01/2007.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.