Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Ristrutturazione di una Grande Impresa in crisi: il caso Parmalat

La tesi tratta brevemente del crollo di una grande impresa, a livello teorico generale ed in particolare del caso Parmalat. Successivamente la tesi sviluppa le varie metodologie e i vari approcci adottati dalla nuova governance per risollevare le sorti dell'azienda. Infine la tesi si conclude con un inquadramento sull'attuale situazione della Parmalat e sulle prospettive future. Inoltre in tutta la tesi si fa riferimento ai vari decreti legge emanati a proposito di grandi imprese in crisi per la salvaguardia dell'economia nazionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO 1 elementi introduttivi 1 CAPITOLO I-ELEMENTI INTRODUTTIVI 1.1 INTRODUZIONE TEORICA SULLE GRANDI IMPRESE IN STATO DI INSOLVENZA CHE RICORRONO ALL’AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA: Lo svolgimento di un’attività imprenditoriale, produce effetti e conseguenze economiche più o meno rilevanti nei confronti dei fornitori, delle banche, dei clienti, che hanno instaurato rapporti di affari con l’impresa, e che possono venire a trovarsi quindi, nella posizione di creditori nei confronti della stessa. La crisi economica dell’impresa e il dissesto patrimoniale del debitore, possono riflettersi e coinvolgere anche i creditori, che a seguito di ciò possono ritrovarsi nell’impossibilità di realizzare, in tutto o in parte, i crediti vantati nei confronti dell’imprenditore, minacciando così i molteplici interessi collettivi coinvolti. La crisi economica di un’impresa infatti, oltre a produrre la fine della vita economica dell’imprenditore coinvolto, incide gravemente anche su quella dei propri partners commerciali, a cui la mancata realizzazione dei crediti concessi precedentemente può determinare di riflesso la crisi economica delle proprie imprese. Inoltre, la crisi economica di un’impresa si ripercuote anche sul livello occupazionale della stessa; pertanto se ad essere investite dalla crisi sono le grandi imprese, il fine precipuo diventa la salvaguardia del livello occupazionale oltre che la tutela dei diritti dei creditori. Il sistema giuridico è fornito, per plurisecolare tradizione 1 , di una disciplina organica che fronteggia i problemi relativi ai pregiudizievoli arrecati ai creditori e prevede un istituto: il Fallimento. Mediante tale istituto, il 1 Infatti è già nel diritto romano che si ritrovano le fondamenta del diritto fallimentare, con le XII Tavole.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Melissa Bottarelli Contatta »

Composta da 108 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3680 click dal 30/01/2007.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.