Skip to content

Le NTIC nella pianificazione partecipata. Applicazione di un metodo di Foresight alla pianificazione: progetto AlpTransit e regione insubrica.

Informazioni tesi

  Autore: Mirko Baruffini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Politecnico di Milano
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio
  Relatore: Giovanni Antonio Rabino
Coautore: Moreno Baruffini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 572

Il lavoro affronta, sia da un punto di vista teorico che operativo, gli importanti aspetti legati alla pianificazione partecipata ed alla sua integrazione con le Nuove Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (NTIC).
Si vuole fornire un contributo personale scomponendo il concetto di partecipazione, delineandone le sue forme caratteristiche, integrando gli spunti proposti dalla sfida della introduzione degli aspetti caratterizzanti le NTIC negli approcci di pianificazione partecipata.
Il momento centrale del lavoro consiste nella applicazione di un metodo di Foresight al caso specifico della analisi delle implicazioni socioeconomiche e territoriali del progetto AlpTransit, che consiste essenzialmente in un potenziamento dei valichi alpini del Lötschberg e del San Gottardo.
Esso genererà importanti implicazioni sul sistema regione insubrica in un futuro ormai non più molto lontano, di difficile stima e quantificazione a causa delle molteplici posizioni che possono essere assunte o delle diverse politiche e azioni che possono essere messe in pratica dalla molteplicità dei soggetti decisionali coinvolti.
Il fine principale è così quello di fornire un possibile input iniziale per la nascita di una discussione partecipata e concreta tramite la costruzione di scenari futuri.
Dall’applicazione emergono alcuni aspetti significativi: i risultati della applicazione empirica, anche se di carattere puramente esplorativo, permettono di dimostrare che l’uso di metodi e tecniche di pianificazione partecipata appare decisivo, in quanto la vastità e la complessità dei progetti coinvolti sfugge a qualsiasi tentativo di analisi e decisione basato sui paradigmi di una pianificazione fondata sulla conoscenza di un numero limitato di soggetti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

Disponibile solo in CD-ROM.

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE La crescente complessità che pervade la maggior parte dei problemi centrali della società attuale, caratterizzata dalla convivenza, talvolta forzata, di molteplici interessi e posizioni, che possono a volte portare allo sfociare di aspri conflitti, implica, per definizione, la necessità di considerare una moltitudine di variabili, aspetti, o ancora, prese di posizione, di natura estremamente diversa. L’incapacità nel gestire tale crescente complessità ha, nei fatti, condotto la pianificazione territoriale verso una crisi generalizzata, che ha portato ad un allargamento, a volte incolmabile, del divario fra i diversi interessi e le diverse posizioni coinvolte nei processi pianificatori, spesso generalmente identificati nel contesto della sfera pubblica o della sfera privata. La complessità insita nei problemi pianificatori si distingue per una moltitudine di dimensioni diverse che intervengono nella caratterizzazione dei problemi stessi ed è dovuta, in definitiva, a due caratteri fondamentali legati, da una parte, alla complessità implicita degli attuali sistemi sociali, economici, territoriali e politici e dalle mutue interrelazioni che si stabiliscono tra di essi e, dall’altra, alla conseguente promozione di un auto-coinvolgimento e di una auto-collaborazione tra diversi soggetti, caratterizzati da diverse istanze e rivendicazioni, che tende ad essere imposta da coloro i quali si sentirebbero danneggiati se fossero lasciati al di fuori dei meccanismi del processo decisionale. Negli ultimi anni il tema della partecipazione dei vari soggetti all’interno dei processi di trasformazione territoriale, e comunque, in termini generali, all’interno di un qualsiasi progetto i cui effetti si ripercuotono su una molteplicità di attori, ha destato dunque sempre maggiore interesse dando luogo alla nascita di un dibattito ancora nel pieno del suo svolgimento. Un tema interessante, che è subito emerso in tale dibattito, è quello della necessità di un intervento coordinato, e in qualche maniera corale, di tutti gli attori coinvolti, non tanto

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

Disponibile solo in CD-ROM.

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cross impact analysis
dss
foresight
mappe concettuali web-based
ntic
pianificazione partecipata
politiche pubbliche
valutazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi