Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Pubblicità tra oralità e scrittura - Dall'immagine allo scritto fino a giungere all'immagine - Il caso Dolce e Gabbana

Il cambiamento del linguaggio pubblicitario dalle parole alle immagini

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Continuamente, qualunque cosa facciamo, ovunque il nostro sguardo poggi attenzione, la nostra mente è bombardata di messaggi pubblicitari, ognuno dei quali viene catturato ed elaborato in modo diverso. L'uomo, di fronte a tanta varietà di segni proposti sotto molteplici forme e varietà, non sembra essere disorientato ma, al contrario, assimila ed interpreta naturalmente tutti i messaggi a cui si trova sottoposto. Questa facilità di acquisizione è spiegabile dalla stessa natura umana: l'uomo tende all'evoluzione, al continuo mutamento dei propri mezzi percettivi e non trova difficoltà ad adeguarsi ad una società da lui stesso modificata. I processi mentali fatti dall'uomo nel momento in cui vede qualcosa sono differenti in base a ciò che gli si presenta. La sua mente ragiona in modo diverso se stimolata da immagini, scritte o

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingua e Cultura Italiana

Autore: Michele Pilo Contatta »

Composta da 118 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5503 click dal 07/02/2007.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.