Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Effetto delle condizioni di pirolisi di combustibili solidi sulla formazione di specie azotate ed idrocarburiche di interesse ambientale

Studio della cinetica di ripartizione dell’azoto nei macroprodotti in relazione alla formazione degli stessi e delle sostanze carboniose rispetto al tempo di residenza (holding time) ed alla temperatura di pirolisi.
Il presente studio ha consentito la messa a punto e la validazione di una metodologia di indagine integrata su scala di laboratorio che permette l’acquisizione e l’elaborazione di informazioni di carattere innovativo volte a predire il comportamento termico di combustibili solidi nell’ottica di una riduzione delle emissioni di NOx e di sotto-prodotti organici della combustione.
Strumenti: GC-MS, GC-AED e Pirolizzatore.

Mostra/Nascondi contenuto.
Prefazione L’attività di ricerca nel campo della generazione termoelettrica dal carbone per la riduzione delle emissioni in atmosfera si inserisce in un panorama più ampio di strategie che uniscono gli obiettivi di eccellenza economica d’impresa con quelli di eccellenza ambientale. Negli ultimi anni le imprese hanno avviato un processo che ha modificato significativamente il loro modo di rapportarsi all’ambiente e di considerare le risorse naturali. Oggi gli sforzi atti a ridurre l’impatto ambientale delle attività produttive tendono a non essere più percepiti come costi aggiuntivi, ma piuttosto come investimenti utili a migliorare la competitività dell’impresa sul mercato interno e, soprattutto, su quello internazionale. Alcune imprese stanno ripensando le loro modalità di produzione, stanno adottando gradualmente tecnologie meno inquinanti e considerando come, da un uso razionale delle materie prime e dell’energia, si possa ottenere un beneficio sia in termini di qualità della vita, sia di riduzione dei costi. Questo nuovo modello di management che incoraggia le aziende a diventare più competitive, più innovative, ma anche più responsabili nei confronti dell’ambiente, si identifica con il concetto di eco-efficienza. Maggiore eco-efficienza significa per le imprese ottenere maggiori ricavi con un minore utilizzo di materiali e di energia con minori emissioni. L’ENEL è un’azienda che, operando nel capo della produzione e distribuzione dell’energia elettrica da anni, ha sviluppato un’intensa attività di ricerca volta a migliorare le prestazioni degli impianti in termini sia di efficienza nella generazione, sia di compatibilità ambientale e, in vista della liberalizzazione del mercato dell’energia, è interessata a migliorare la qualità del servizio con particolare attenzione agli aspetti ambientali. In questo ambito sono state portate avanti iniziative per il monitoraggio delle emissioni atmosferiche e la loro riduzione. 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Davide Frustace Contatta »

Composta da 196 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1048 click dal 26/02/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.