Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Elezioni politiche 2006. Berlusconi - Prodi: la sfida passa per la rete? La strategia net-mediatica dei due leaders a confronto

Nella tesi dopo una breve panoramica sul ruolo della Rete nelle più recenti competizioni elettorali in Italia ed all'estero viene analizzata la campagna elettorale per le politiche del 2006, proponendo alcune considerazioni sul ruolo che Internet ha svolto nel confronto elettorale. Indagando i punti di forza e i limiti nell'uso del Web da parte delle due coalizioni, indicando infine alcune linee di miglioramento anche in rapporto alla Rete come spazio pubblico e del consenso.

Mostra/Nascondi contenuto.
1. Introduzione Il web ha assunto negli ultimi anni un ruolo sempre più centrale e pervasivo nella vita delle società occidentali. Un numero sempre crescente di individui comunica, cerca informazioni, condivide pensieri ed idee, “partecipa” attraverso la Rete delle Reti. La Rete è un mezzo di comunicazione bidirezionale, dove regna una promiscuità tra emittenti e destinatari nella realizzazione di un continuo interscambio comunicativo. Ridurre Internet ad un semplice strumento comunicativo sarebbe probabilmente riduttivo come dimostrano le numerose, e sempre più ampie, esperienze di comunità virtuali che realizzano processi di socializzazione tra i cyber-utenti impensabili per un qualunque altro medium; ciò nonostante la comunicazione e lo scambio d’informazioni resta “l’impronta genetica” base del web e ad oggi lo scopo per cui la stragrande maggioranza degli individui accede ad esso. Obiettivo di questo elaborato è l’analisi di una specifica e particolare forma di comunicazione in rete: la comunicazione politica. Nello specifico il nostro interesse è la valutazione dell’evoluzione di Internet in quanto strumento delle campagne elettorali moderne. L’analisi che segue predilige un approccio sociosemiotico, prendendo in considerazione, da un lato, le dinamiche comunicative generate sulla rete dai partiti politici in vista della competizione elettorale e, dall’altro, le caratteristiche semiotiche dei siti durante la campagna elettorale. Punto di partenza della ricerca è il lavoro di Guido Ferraro (Ferraro 2000) in cui viene “fatto il punto” sull’uso della rete da parte dei partiti politici nella elezioni amministrative italiane del 2000. Il web aveva, allora, già esperito il suo primo boom entrando a far parte della quotidianità (non più solo lavorativa ma anche domestica) di milioni di cittadini, erano già radicate forme di community online e si affacciavano i primi esperimenti di blog e di fruizione di materiale audio-video online. Le conclusioni di Ferraro dipingono una totale incapacità dei partiti 2

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Claudia Toloni Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1661 click dal 06/03/2007.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.