Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La combinazione delle risorse per il vantaggio competitivo

Un’azienda dalla combinazione di fattori produttivi determina una posizione di vantaggio competitivo, la quale resiste fino a che i concorrenti non la imitano; tale azienda sfrutta questo periodo per concepire una nuova combinazione che le permette cosi di riconquistare la posizione di privilegio. Un semplice esercizio che più di ogni altro ci può permettere di comprendere....

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il libro della Edith Penrose “The Theory of the Growth of te Firm” ha dato vita ad un filone di letteratura denominato la Resources-Based View of the Firm (RBV). La RBV si fonda sull’ipotesi che si possa spiegare l’essenza distintiva delle aziende analizzandone le dotazioni di risorse . La Penrose deviando dagli assunti fondamentali dell’analisi delle imprese dell’economia neo-classica ha introdotto l’idea che le risorse delle imprese fossero eterogenee e non facilmente trasferibili da un organzzazone all’altra (Lado e Wilson, 1994), in questo modo, l’autrice ha creato la struttura teorica fondamentale per la nascita della RBV.In tale contesto teorico, le aziende hanno come condizione di funzionalità duratura e di generazione di vantaggi competitivi sostenibili l’appropriazione di risorse strategiche in grado di generare rendite (Conner, 1991).

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Giacinto Amatruda Contatta »

Composta da 24 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1796 click dal 28/03/2007.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.