Skip to content

Identità migranti di seconda generazione nell'Inghilterra contemporanea: letteratura e cinema

Informazioni tesi

  Autore: Gisella Famà
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)
  Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo
  Corso: Televisione, Cinema e Produzione Multimediale
  Relatore: Mara Logaldo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 189

Migrare oggi non è solo spostarsi fisicamente. È il migrare delle culture nelle altre culture, senza sintesi o certezze assicurate. È il migrare di chi non si muove dalla propria terra e forse neanche sa ben identificarla. È il migrare di identità, in perenne bilico tra presente e passato, alla ricerca del futuro.
In Inghilterra, i cosiddetti migranti di seconda generazione non solo vivono quotidianamente tra doppie assimilazioni e doppi rifiuti ma operano anche scelte che, al di là dell’essere giuste o sbagliate, riportano in primo piano le problematiche globali, anzi glocali, di consapevolezza, appartenenza, costruzione e incessante ricostruzione di significati. Attraverso il loro punto di vista e di vita, è possibile comprendere concretamente la tensione esistente tra globalismo e localismo, soprattutto a livello di definizione della loro identità e del loro essere in bilico tra il passato rappresentato dalla famiglia di origine e il presente costituito dallo stile di vita inglese.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione It ain’t about tea and biscuits. I’m one of those English misfits. I don’t drink tea I drink spirits, and I talk a lot of slang in my lyrics. Lady Sovereign, rapper Britain, therefore, cannot be considered an autochthonous society of True-Born Englishmen. Mark Stein, critico La fine del secolo e l’inizio del nuovo millennio ci hanno abituato agli ossimori, alla coesistenza degli opposti, alle tesi e antitesi che non sempre si sciolgono nel rassicurante abbraccio di una sintesi. La ricerca di verità oggettive, pure e semplici da spiegare deve di continuo riconsiderare i propri confini e limiti di fronte all’incessante incrocio e meticciato di stili, forme, civiltà, culture e tradizioni. L’efficienza degli specialismi nell’aprire crepe in saperi troppi istituiti non basta a cancellare l’efficacia di alcune figure emblema di una scienza universale e onnicomprensiva. Il senso della vita si recupera nella riscoperta delle origini, ma la loro auspicata stabilizzazione grafica in un albero genealogico lineare si scontra con l’intreccio di radici restituito da famiglie sempre più allargate, sia spazialmente sia temporalmente. In una società che ci hanno abituato a chiamare glocale, come se l’unione dei termini “globale” e “locale” potesse rendere il tutto meno complicato, domande esistenziali quali chi siamo? e da dove veniamo? potrebbero perdere il significato originario, ma ritrovarne uno nuovo e ancora più originale. Nel Novecento, imponenti flussi migratori, voluti e costretti, hanno contribuito alla trasformazione delle società esistenti e alla creazione di civiltà sempre più complesse e connesse tra di loro. Oggi, grazie all’abbattimento dei costi e dei tempi dei trasporti reali e non solo virtuali e grazie alla continua mobilità di persone oltre che di capitali, la conoscenza e l’esperienza di luoghi e culture anche diverse da quelle natie non è più solo un privilegio di pochi, con tutti gli effetti positivi immaginabili a livello di distruzione di vecchi e perturbanti stereotipi. In un futuro non troppo lontano, la maggior parte dei nuovi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

asian british cinema
bend it like beckham
black british cinema
black british literature
east is east
hanif kureishi
hari kunzru
mark stein
my beautiful laundrette
paul gilroy
stuart hall
the buddha of suburbia
the impressionist
white teeth
zadie smith

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi