Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'asilo diplomatico

La tesi di laurea da me presentata è una ricerca sul fondamento giuridico dell'asilo diplomatico, forma di protezione che prevede il rifugio di un perseguitato politico nei locali di un'ambasciata estera, forma di protezione checomporta numerose implicazioni giuridiche sia per lo Stato accreditante che per quello accreditatario.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Col termine “asilo diplomatico” si suole indicare quella particolare forma di protezione che uno Stato concede, per il tramite di una sua missione diplomatica accreditata presso un altro Stato, in favore di uno o più individui ricercati dalle autorità di quest’ultimo per motivi politici. È questa una forma di protezione che i membri della Comunità internazionale praticano sin dal XV° secolo, ossia sin da quando hanno cominciato ad intessere tra loro relazioni stabili attraverso l’invio di missioni diplomatiche permanenti. Invero, la creazione di uffici diplomatici permanenti, ha portato gli Stati ad estendere a tutti i membri della missione quelle garanzie di inviolabilità che fino ad allora erano state concesse solo all’ambasciatore. Da tale estensione discendeva la convinzione che le ambasciate godessero di extraterritorialità, ossia si riteneva che queste dovessero considerarsi come poste al di fuori del territorio dello Stato accreditatario, in quanto parti distaccate del territorio dello Stato accreditante. Pertanto gli Stati ritenevano di essere in diritto di concedere asilo nelle loro ambasciate, dal momento che esso si configurava come una 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Anna Laierno Contatta »

Composta da 169 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2710 click dal 02/04/2007.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.